Cerca

GIRONE A

Atalanta superiore: la Lazio di Tommaso Rocchi si arrende al Green Club

Dopo una serie positiva di risultati, la formazione biancoceleste subisce il poker dalla Dea. Non bastano le reti di Muhammad e Mancino

21 Aprile 2021

12a GIORNATA - 21 aprile 2021

Lazio 2 - 4 Atalanta
Mancino ©Domenico Cippitelli

Mancino, a segno nel match contro l'Atalanta ©Domenico Cippitelli

LAZIO Di Fusco, Pollini (1’st Ferro), De Santis (20’st Muhammad), Franco, Santovito, Zaghini, Colace (45’st Manzo), Coulibaly (1’st Troise), Riosa (32’st Chimenti), Ferrante (45’st Felici), Mancino PANCHINA Polidori, Capotosti, Saliani ALLENATORE Rocchi

ATALANTA Sassi, Renault (1’st Mehic), Grassi, Moraschi, Derbali (13’st Hecko), Bonfanti (13’st Guerini), Mehic, Roaldjoey (32’st Colombo), Lozza (16’pt Polloni), Falleni (32’st Perego), Muhameti PANCHINA Rota, Pegonesi, Omar ALLENATORE Lorenzi

MARCATORI Renault 32’pt (A), Falleni 18’st (A), Muhammad 22’st (L), Mehic 25’st (A), Mancino 36’st (L), Polloni 48’st (A)

ARBITRO Aronne di Roma 1 ASSISTENTI D’Ottavio di Roma 2 e Brizzi di Aprilia

NOTE Ammoniti Santovito, Bonfanti Angoli 4-8 Rec. 1’pt – 5’st

Al Green Club la Lazio di Tommaso Rocchi lotta fino all’ultimo respiro ma ad avere l’ultima parola è la Dea che porta a casa la vittoria e si porta a diciannove punti sgambettando così l’Inter ora terza in classifica. Dopo poco più di mezz’ora, il risultato è ancora fermo sullo zero a zero, con le due squadre che non trovano il lampo giusto per bucare la rete avversaria. Arriva al 32’ il gol che sblocca il match da parte di Renault portando i compagni negli spogliatoi con una fiducia maggiore. Nel secondo tempo la sfida si mette ancora più in discesa per i bergamaschi grazie alla rete di Falleni al 18’. I padroni di casa raccolgono le energie e scatenano Muhammad entrato da un paio di minuti che rimette tutto in bilico siglando la rete dell’1-2 al 22’. Neanche il tempo di terminare i festeggiamenti che l’Atalanta cala il tris con Mehic solo tre minuti dopo. Con la forza dell’orgoglio la Lazio vuole riprendere in mano il match e si affida al solito bomber Mancino, il quale si regala la soddisfazione personale anche oggi timbrando il cartellino al 36’. Con un gol di vantaggio che non lascia troppo tranquilli, i nerazzurri non commettono errori fatali, ma anzi allungano le distanze e mettono in cassaforte il risultato nel recupero con Polloni che cala il poker.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE