Cerca

L'intervista

Lazio Calcio Femminile, Tedesco: "Col Frosinone un pari che ci va stretto"

La calciatrice nettunense analizza l'ultima uscita con il rammarico per la rimonta subita nel finale 

21 Aprile 2021

Maria Tedesco

La calciatrice della Lazio Calcio Femminile, Maria Tedesco (Foto ©Facebook)

E’ un 2-2 che sta stretto alle ragazze della Lazio Calcio Femminile quello ottenuto contro il Frosinone nell’ultimo turno di campionato, almeno secondo Maria Tedesco, centrocampista biancoceleste, autrice anche di uno dei due gol della squadra: "Sapevamo sarebbe stata una gara difficile – esordisce la calciatrice biancoceleste – ma eravamo consce delle nostre potenzialità ed abbiamo approcciato molto bene all’incontro; siamo rimaste in inferiorità numerica dopo pochi minuti e, considerando che ci hanno rimontate nel finale, secondo me è un pareggio che ci sta stretto. Ora affronteremo il Latina 1932 nella prossima giornata di campionato in un match che si preannuncia molto complicato dato che loro vengono da due sconfitte consecutive e sanno che non possono commettere più passi falsi. Questo nuovo format è spietato proprio per tale motivo: ogni partita equivale ad una finale e ciò mette molta pressione a noi giocatrici che dobbiamo scendere sul terreno di gioco; personalmente infatti preferisco disputare i gironi di andata e ritorno così da conoscere bene le avversarie durante tutto l’arco della stagione. L’obiettivo della Lazio deve essere quello di conquistare quanto meno il podio del girone: sappiamo che non sarà affatto facile e quindi dobbiamo mantenere i piedi per terra ed affrontare con concentrazione massima le restanti nove partite che rimangono. Questa ripartenza è stata accolta da tutti come una grande boccata d’ossigeno: tornare a giocare è stato bellissimo, così come veder gonfiare nuovamente la rete dopo un bel tiro perché chi ama il calcio non può fare a meno di queste emozioni. La mia passione per il pallone nasce da quando ero piccolina: mio padre ha giocato a livelli amatoriali e, quando mi ha portato a vedere le partite di mio fratello, è stato amore a prima vista. Nel tempo non ho mai avuto problemi con i miei coetanei maschi, tuttavia devo ammettere che il fatto di essere brava a giocare mi ha aiutato molto. Ovviamente i tifosi mancano in qualsiasi categoria ma, se devo dirla proprio tutta, un po’ mi mettono ansia e, da buona milanista quale sono, rendo molto meglio senza (ride ndr)".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE