Cerca

L'intervista

Di Mario: "Con lo Scalo ad armi pari. Commenti social? Aranova grande società"

Il bomber del Cerveteri, capocannoniere attuale del torneo, punta dritto al big match di domani e torna su quanto scritto pubblicamente dopo l’ultimo turno. Un pensiero anche per Fabrizio Ferrari

27 Aprile 2021

Di Mario

Il bomber del Città di Cerveteri, Alessandro Di Mario (Foto ©Cippitelli)

Domani pomeriggio il campionato di Eccellenza sarà di nuovo in campo per il primo turno infrasettimanale previsto dal calendario. Nel girone A, la quarta giornata punterà i riflettori al Galli dove si affronteranno due squadre tra le più in forma in assoluto ed entrambe pretendenti alla vittoria del campionato: Città di Cerveteri e Real Monterotondo Scalo. Restando in casa etrusca, la formazione di Mariani punta alla terza vittoria consecutiva e all’aggancio ai danni dei rossoblù di Gregori forte del capocannoniere del torneo fino a questo momento: Alessandro Di Mario. "Con la ripresa del campionato ero certo che il Cerveteri avrebbe rappresentato una bella sorpresa e finora si sta dimostrando tale - afferma il bomber - Oltre che una grande guida tecnica e ad essere un’ottima squadra anche a livello tattico nonostante i molti nuovi arrivi, siamo riusciti a formare un grandissimo gruppo. Siamo una squadra compatta, unita e questo ha fatto la differenza in queste prime tre giornate. Dopo una sconfitta amara contro l’Aranova siamo riusciti a ribaltare il Fiumicino per poi andare a vincere contro l’Ottavia che aveva il dente avvelenato dopo il 9-1 subìto nel turno precedente. Sono sicuro che ce la giocheremo fino alla fine. Riguardo invece il mio avvio, sono dispiaciuto per come è andata la gara con l’Aranova, sia per il risultato che per i due gol annullati, ma sono riuscito a dimenticare quella parentesi riscattandomi subito con una tripletta e una doppietta. Sono molto soddisfatto e spero di continuare su questi standard anche se so che sarà molto difficile". Al termine dell’ultima giornata, l’attaccante si è lasciato andare a qualche commento forte sui social in riferimento al successo della stessa Aranova contro il Pomezia. "Parto dal presupposto che nel calcio debba vincere chi ha dimostrato nei 90’ di essere più forte dell’altro - prosegue l’ex Palestrina - Almeno nella prima giornata, secondo me, abbiamo subìto delle sviste arbitrali con i due gol annullati e il calcio di rigore fischiato all’Aranova dubbi, così come rivedendo gli highlights di Aranova - Pomezia credo che qualche decisione forse si potrebbe contestare. Ma detto questo non ho assolutamente niente contro l’Aranova, resta una grandissima società a livello regionale ed ha tutte le carte in regola per vincere il campionato". Domani come detto ci sarà l’ennesimo big match contro l’attuale capolista del gruppo A. In merito Di Mario afferma: "Lo Scalo è davanti a tutti e sta dimostrando di essere la compagine più forte, con il valore aggiunto di essere una squadra a tutti gli effetti, i ragazzi si conoscono infatti da diversi anni e insieme hanno vinto una Coppa Italia sfiorando anche il successo in campionato. Domani verrà in casa nostra e noi siamo pronti a giocarcela ad armi pari. Purtroppo non so se potrò essere della gara avendo sentito un fastidio all’adduttore dopo la partita contro l’Ottavia e mi dispiacerebbero aiutare la squadra e bloccare un momento positivo. Spero di esserci".  Infine, il bomber ci tiene ad esprimere un pensiero per il giovane compagno di squadra Fabrizio Ferrari: "E’ doveroso che spenda qualche parola per Fabrizio che ieri è stato sottoposto ad un altro intervento. Oltre ad essere un bravo giocatore è un ragazzo d’oro, perciò noi come Cerveteri e tutto il movimento calcistico lo aspettiamo a braccia aperte". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni