Cerca

COPPA ITALIA

Fiorentina-Lazio, è il giorno della finale: ecco le probabili formazioni

Oggi alle 18 al Tardini di Parma in palio la Tim Cup: biancocelesti senza Shehu. In caso di vittoria viola, sarebbe la terza di seguito per i toscani

28 Aprile 2021

Lazio Primavera ©D'Offizi

La Lazio di Leonardo Menichini ©Stefano D'Offizi

La Lazio per stravolgere i pronostici e raddrizzare un'annata che fino a qualche tempo fa sembrava già da buttare. La Viola per conquistare la sesta ed eguagliare un primato. Sì perché l'albo d'oro delle ultime due stagioni parla abbastanza chiaro: nelle ultime due stagioni la Tim Cup parla fluentemente toscano. 2018-2019: Fiorentina. 2019-2020: Fiorentina (solo due squadre sono riuscite nella storia ad aggiudicarsi la Coppa tre volte consecutivamente: l'Inter e il Torino). Una statistica che spaventa, ma non i biancocelesti che nel loro percorso (e anche sabato scorso al Tre Fontane nel derby) hanno dimostrato che la paura non è una sensazione con la quale vanno a braccetto. Menichini & Co. forse tecnicamente potranno anche essere inferiori agli avversari, ma in quanto a sfrontatezza non hanno niente da invidiare a nessuno (e sarà questo il segreto per evitare la retrocessione in campionato). Dal punto di visto psicologico i capitolini, inoltre, arrivano meglio: la formazione di Alberto Aquilani sabato si è arresa pesantemente contro l'Empoli, subendo un frastornante 0-4 in casa, al contrario la Lazio ha chiuso in crescendo il match contro i cugini. Se entrambe riprendessero da dove hanno terminato, forse non avremmo dubbi sull'esito della finalissima... Un finalissima che potrebbe regalare al club capitolino il quarto trofeo della sua storia. L'ultimo è datato 2014-2015: dopo il ko dell'andata i biancocelesti sconfissero al ritorno all'Olimpico proprio la Roma con la storica di doppietta di Chris Oikonomidis (che ora gioca nella sua Australia, al Perth Glory). All'epoca Alberto Aquilani era ancora un giocatore, e vestiva proprio la maglia della Fiorentina: adesso, lui romano e romanista, respirerà a pieni polmoni l'aria di derby dalla panchina, come il suo fantasista, Vittorio Agostinelli, che seppur nato a Monopoli, ha vestito per due anni la maglia giallorossa è ha imparato a capire cosa vuol dire affrontare la Lazio.

In campo Menichini conferma in blocco, o quasi, la formazione che ha giocato il derby e lo ha fatto con ottime risposte. Partendo ovviamente da una difesa che si è dimostrata solida e affidabile. Al centro l'esperienza di Franco e capitan Armini, sulle fasce Floriani Mussolini e Ndrecka, tra i migliori contro la Roma. Sulla mediana al fianco di Bertini agiranno ancora Marino e Czyz. Le due punte saranno Castigliani e l'insostituibile Raul Moro, ad inventare dietro di loro non ci sarà però Shehu squalificato ed è Cesaroni a candidarsi per una maglia da titolare. Rebus in porta: Peruzzi potrebbe tornare in panchina con Pereira favorito su Furlanetto.

FIORENTINA (4-2-3-1) Brancolini; Frison, Fiorini, Giordani, Ponsi; Amatucci, Krastev; Gentile, Agostinelli, Toci; Spalluto ALLENATORE Aquilani

LAZIO (4-3-1-2) G. Pereira; Floriani Mussolini, Armini, Franco, Ndrecka; A. Marino, Bertini, Czyz; Cesaroni; Castigliani, Moro ALLENATORE Menichini

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE