Cerca

L'INTERVISTA

Frosinone, Gonnella: "Segnare quel gol è stato emozionante, una liberazione"

L'intervista al terzino in maglia gialloblù, vincitrice del terzo sondaggio social della nuova stagione in Eccellenza Femminile

30 Aprile 2021

Benedetta Gonnella ©Frosinone

Benedetta Gonnella, vincitrice del sondaggio settimanale ©Frosinone

Benedetta Gonnella ha vinto il sondaggio per la miglior giocatrice della terza giornata di Eccellenza femminile. Il suo missile all’incrocio dai 25 metri nel 10-0 contro la Lazio C5 è stato il gioiello che ha fatto da copertina al weekend e la giocatrice gialloblu ci ha parlato sia del gol che del momento che lei e le sue compagne stanno vivendo.

Ciao Benedetta, complimenti per la prestazione. Come ci si sente ad essere votata come migliore della giornata?
"Sono felicissima perché faccio parte di un campionato nel quale bisogna competere con molte ragazze veramente brave, quindi per me essere eletta come migliore della giornata è un grandissimo risultato. Credo che per fare bene sia importante anche l’unione della squadra, e da noi c’è grande intesa anche tra nuove arrivate e giocatrici degli anni passati".

Il tuo è stato un bellissimo gol, com’è il momento che stai vivendo?
"Sono felicissima per il gol, nel quale c’è un pizzico del mio passato da centrocampista. Ora faccio il terzino, ruolo in cui l’allenatrice Daniela Tanzi mi ha spostato, e la ringrazio per questo, perché pur giocando più lontana dalla porta riesco ad esprimermi molto bene. Quando ho visto arrivare il pallone ho calciato di prima come facevo spesso da centrocampista, ed il risultato è stato ottimo. Tornare in campo dopo così tanto tempo è una liberazione e quando ho segnato anche se non ho esultato ero veramente emozionata, io e le mie compagne siamo veramente contente di aver ripreso a giocare".

Pensi che il Frosinone possa vincere il girone A?
"Punteremo a fare meglio dell’anno scorso, nel quale abbiamo concluso il girone da seconde. Affronteremo tutto il campionato partita per partita senza nessun timore, giocando con ogni squadra come se fosse la prima classificata, lottando quindi per tutta la gara senza mai fermarsi, solo quando l’arbitro fischia smetteremo di combattere".

Quali sono nel calcio i tuoi modelli di riferimento?
"La figura a cui mi ispiro è quella di Francesco Totti, da quando ha smesso purtroppo mancano certe emozioni, vedevi la partita aspettando l’attimo in cui la palla arrivasse a lui, che con una giocata metteva il compagno davanti alla porta. Dopo di lui nessuno ha mai più catturato la mia attenzione nello stesso modo, ha doti eccezionali, come uomo e come calciatore".

Quali sono secondo te i punti di forza della tua squadra?
"Come ho detto prima, tra noi è di fondamentale importanza l’unione, ci facciamo forza a vicenda e credo che l’affiatamento e l’intesa che c’è tra le giocatrici che sono qui già da qualche anno, e quelle arrivate in questa stagione, siano qualità preziosissime che rendono la squadra realmente competitiva". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE