Cerca

Primavera 2

Frosinone, pari e rimpianti. Con lo Spezia un punto che non soddisfa

I giallazzurri vengono frenati dal calcio di rigore all'ultimo giro di lancette, dopo una valanga di occasioni sprecate

12 Maggio 2021

12a GIORNATA - 06 marzo 2021

Frosinone 2 - 2 Spezia
Uno scatto del match

Uno scatto del match ©Frosinone

FROSINONE Trovato, Nigro (15’st Potenziani), Maestrelli, Bracaglia, Coccia, Bruno (37’st Battisti), Santarpia, Maugeri (24’st Mattarelli), Vitalucci, Di Palma (24’st Peres), Luciani (37’st Jirillo) PANCHINA Palmisani, Santi, Schiavella, Piacentini ALLENATORE Marsella

SPEZIA Pucci, Scieuzo (39’st Scremin G.), Masi, Bertola, Gabelli (26’st Giorgi), Pietra, Chietti, Giuliani, Leoncini (13’st Gaeta), Bellucci (13’st Afi), Gaddini (39’st Sakho) PANCHINA Dido, Scremin S., Andreani, Russotto, Mariotti, Giorgi ALLENATORE Bonacina

MARCATORI Pietra 8'pt e 45'st rig. (S), Luciani 24'pt e 18'st (F)

ARBITRO Taricone di Perugia ASSISTENTI D’Angelo e Bianchini di Perugia

NOTE Ammoniti Leoncini, Pietra, Bonacina, Maugeri, Bertola, Peres, Battisti Angoli 8-8

Un pareggio dalle mille emozioni quello andato in scena a Ferentino nel match tra Frosinone e Spezia, gara valevole per il recupero della dodicesima giornata. Un pareggio che non soddisfa però appieno i giallazzurri, considerando le numerose occasioni sprecate prima della beffa finale. Match subito scoppiettante con gli ospiti che si rendono pericolosi dalle parti di Trovato con il pallone telecomandato di Giuliani per Gaddini che elude Nigro in dribbling ma trova la respinta del portiere di casa. In occasione del secondo calcio d’angolo della gara a favore degli aquilotti, la difesa ciociara paga in attenzione, Pietra si fa trovare in agguato e infila sul primo palo il vantaggio ligure. Frosinone deve ancora dare un segnale di presenza in questo scampolo iniziale di gara. Lo Spezia continua ad attaccare a testa bassa con la compagine locale che appare incapace di reagire: i bianconeri pressano alto per complicare l'impostazione del Frosinone e, soprattutto, incatenano Luciani e Vitalucci, neutralizzando le loro potenziali qualità. Al 24’ un flash giallazzurro porta alpari: Maugeri si fa trovare largo a destra libero da marcatura, controllo e cross per Di Palma che serve per il colpo di testa di giustezza di Luciani, Pucci è battuto. Sulle ali dell'entusiasmo Vitalucci sfiora il raddoppio con il destro, pallone deviato in angolo da Masi. La chimica della gara cambia e al 30’ è sempre il Frosinone a farsi pericoloso, Luciani carica il destro appena dentro l’area, pallone alto non più di un metro dall’incrocio alla destra di Pucci. Spezia di nuovo pericoloso al 34’ con Gaddini che taglia la fascia sinistra, tocco per Giuliani in area che però non trova lo spazio per la stoccata, chiude bene la difesa giallazzurra. Al 41’ Potenziani allunga centralmente le , filtrante per Vitalucci ma la barriera bianca evita guai. Si rientra negli spogliatoi sulla parità. Inizio ripresa e il Frosinone sfiora il bis, destro di Luciani dentro l’area è un po’ mozzicato, Pucci va a terra ma davanti a lui fanno muro. Spinge la squadra di Marsella che alza il baricentro e porta più  uomini nella metà campo ligure. La partita vive sul filo di un grande equilibrio, una sfida a scacchi da parte dei due tecnici che se la giocano a viso aperto. Al 9’ Vitalucci prende tutti alle spalle, il cross è lungo per Di Palma, ma la prodezza è ancora di Pucci sulla conclusione repentina di Luciani dal limite, volo e pallone pizzicato con le dita in angolo. Corre l’11’, Vitalucci si infila a sinistra, tocco dentro e Pucci ci mette la manona ad evitare il tap-in di Luciani a un metro dalla porta. Solo Frosinone in campo, lo Spezia sotto la linea della palla attende tempi migliori. Sugli sviluppi di un corner, fallo su Maestrelli e rigore ineccepibile. Va dal dischetto Luciani che infila il bis personale, Frosinone avanti 2-1. L'intensità delle occasioni da gol aumenta ambo le parti con le due squadre che, abbastanza lunghe, concedono spazi ai rispettivi reparti offensivi avversari. Per il Frosinone Vitalucci è tra i più pimpanti, come al solito, ma trova puntualmente le risposte di Pucci. La squadra di Bonacina tenta l’ultimo sforzo, il Frosinone sa di aver sprecato molto adesso è più guardingo. A due dal termine è ancora uno strepitoso Pucci a negare il gol a Vitalucci, ma centoventi secondi più tardi arriva la beffa. Punizione dello Spezia nell’area intasata, l’arbitro vede un tocco di braccio di Bracaglia, Pietra realizza per il 2-2.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE