Cerca

L'intervista

Cioè: "Felice di aver ritrovato il Primavera e il ds Montella. Qui sono cresciuto"

Parola al numero dieci della formazione biancazzurra, il vincitore del sondaggio social relativo alla sesta giornata di Eccellenza

15 Maggio 2021

Matteo Cioè

Il dieci del Centro Sportivo Primavera, Matteo Cioè (Foto ©Giorgio Ricci)

Matteo Cioè si è aggiudicato l'ultimo sondaggio social di Gazzetta Regionale relativo alla sesta giornata del campionato di Eccellenza. Il centrocampista del Centro Sportivo Primavera racconta le sue sensazioni.

È la prima volta che vinci un nostro sondaggio?

"Sì, è la prima volta che lo vinco. Vorrei ringraziare in primis voi giornalisti di Gazzetta Regionale che mi avete dato questa opportunità inserendomi nei cinque, e ovviamente tutti coloro che mi hanno votato".

Contro la Lupa hai messo in mostra tutte le tue qualità. Che vittoria è stata?

"E' stata una bella vittoria, la Lupa è una grande squadra e sta facendo molto bene in questo campionato. Volevamo riscattare le ultime prestazioni con Falaschelavinio e Unipomezia, anche se con quest'ultima avevamo giocato anche un buon primo tempo".

Hai scelto il CS Primavera. Che significato ha questa società per te?

"Ho trascorso le giovanili ad Aprilia, poi ho fatto altre esperienze ma alla fine sono tornato qui. Sono molto contento perché oltre a conoscere alcuni giocatori ho ritrovato il direttore Ciro Montella che mi ha voluto fortemente".

Dopo il gol con l'Astrea, prima giornata, hai esultato in un modo particolare. Quanto è valso per te quel gol?

"Ho dedicato quel gol a mio padre che proprio in quel giorno aveva compiuto gli anni, ma sfortunatamente causa Covid il pubblico non può assistere alle partite. Sapevo però che quella gara sarebbe stata trasmessa in diretta Facebook e che quindi mi avrebbe guardato. L'ho dedicato a lui perché sin da piccolo mi ha seguito dappertutto, e anche alla mia ragazza che mi è sempre vicino ed anche lei stava vedendo la partita".

Che ne pensi del format attuale del campionato?

"Avendo a disposizione solo due mesi credo sia un format giusto. Senza le retrocessioni secondo me si è data la possibilità alle società di scegliere, consentendo anche a noi giocatori di divertirci e continuare a lavorare, in alcuni casi. L'unica cosa che non reputo giusta è che alla fine le tre vincitrici debbano affrontarsi tra di esse quando invece penso che tutte e tre meritino di accedere alla Serie D".

Per il futuro cosa ti sei prefissato?

"Per il momento non mi sono prefissato nulla. Vedremo come terminerà questa stagione, spero nel miglior modo possibile per me e per la mia squadra". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni

Dalle altre sezioni