Cerca

L'intervista

Neroni: "Il Falaschelavinio mi ha cresciuto. Grazie a mister Sgarra"

Il talentuoso centrocampista è il vincitore dell'ultimo sondaggio social relativo al 10° turno

05 Giugno 2021

Neroni

Marcello Neroni (Foto ©Cippitelli)

Marcello Neroni è il vincitore dell'ultimo sondaggio social di Eccellenza relativo alla 10ª giornata di campionato. Con 475 reactions il centrocampista del Falaschelavinio se l'è giocata fino agli ultimi minuti con Trincia della Pro Calcio Tor Sapienza staccando invece nettamente tutti gli altri. Ecco la sua intervista.

Non è la prima volta che vinci un sondaggio, vuol dire che sei molto apprezzato anche sui social oltre che in campo. Che ne pensi?

"Parto con il ringraziare tutti coloro che mi hanno votato, sono stati tantissimi e sono molto contento per aver vinto per la seconda volta questo sondaggio sui social".

Le tue qualità sono fuori discussione tant’è che eri passato al Team Nuova Florida. Ti senti migliorato rispetto allo scorso anno?

"Sicuramente giocare tra i grandi ti aiuta a crescere e al mio secondo anno mi sento sicuramente migliorato rispetto a prima. Diciamo che più giochi e più migliori, e in questi due anni posso dire di aver giocato tanto. Devo ringraziare il mister Sgarra che mi ha aiutato a crescere e per l'opportunità che mi è stata offerta dal Team Nuova Florida".

Hai comunque scelto di tornare al Falaschelavinio. Che rappresenta per te questa società?

"Per me il Falaschelavinio è come una seconda casa, sono entrato in questa società a 5 anni e sono cresciuto qui, sia calcisticamente sia come persona. Inoltre ho ottimi rapporti con tutto lo staff all'interno del club e sono molto contento del percorso che sto avendo".

Come giudichi il vostro campionato?

"Sicuramente abbiamo fatto un campionato un pò al di sotto delle nostre aspettative, soprattutto perché prima che si interrompesse a ottobre eravamo secondi con una partita in meno. In questo mini-torneo non siamo riusciti a dimostrare e a continuare quello che avevamo fatto prima della sospensione".

A livello personale sei soddisfatto?

"A livello personale sono soddisfatto ma non molto, sicuramente potevo fare di più per aiutare la squadra ad arrivare più in alto, alcune volte ci sono riuscito come contro l'Indomita Pomezia con due gol oppure altre volte con buone prestazioni, ma non sempre sono riuscito ad aiutare la squadra come avrei voluto". 

Mentre per il futuro quali sono le tue aspettative?

"Ancora non ci sto pensando, sono concentrato a giocare la Coppa Lazio con la Juniores e a cercare di arrivare più lontano possibile. Per il futuro poi si vedrà".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE