Cerca

Focus

Roma: Simone Ienco, il 2005 ex Carso che ha stregato Piccareta

Il difensore centrale ha trovato il primo gol stagionale alla terza presenza da sotto età con l'Under 17

08 Giugno 2021

Simone Ienco

Simone Ienco (Foto ©Torrisi)

Da tre giornate a questa parte, nella Roma targata Fabrizio Piccareta, tra i tanti giocatori che si sono confermati come certezze, un ragazzo si è distinto più di tutti: Simone Ienco. Il difensore centrale cresciuto nella Polisportiva Carso, sin dalle prime gare con la maglia giallorossa, ha dimostrato di essere un elemento decisamente valido. Lo scorso anno, nell'Under 15 di Tugberk Tanrivermis, è diventato presto la colonna portante della retroguardia giallorossa, tanto che il tecnico turco non ha di fatto mai rinunciato a lui, schierandolo in emergenza anche come terzino sinistro. Affidabilità, una concentrazione da veterano ed un'attenzione tattica di altissimo livello hanno permesso a Ienco di attirare le attenzioni di mister Piccareta. La solita e rocciosa difesa della Roma ha perso qualche certezza negli ultimi tempi, soprattutto dopo lo stop forzato di Francesco Chesti. Il tecnico giallorosso è corso ai riparti variando interpreti e moduli, fino al 21' di Roma-Empoli quando, sul clamoroso parziale di 0-3, ha inserito Simone Ienco. L'ex Carso ha dimostrato sin da subito grande affidabilità e non sarà un caso se nel derby contro la Lazio è stato riproposto dal primo minuto. Una fiducia ripagata alla grande dal giovane difensore che non si è lasciato sopraffare dalle emozioni disputando una stracittadina di enorme qualità. Nelle pagelle del derby, a nostro giudizio è stato l'MVP della sfida, nonostante il difensore non sia stato decisivo ai fini del risultato. Una prestazione impeccabile, senza sbavature. E da marcare c'erano i biancocelesti Brasili (anche lui 2005) e Crespi, non proprio due clienti semplici da affrontare. Domenica scorsa, nella decisiva partita contro la Fiorentina, nuova maglia da titolare per Ienco. Parte centrale di sinistra nella difesa a tre capitolina per poi spostarsi come esterno nei cinque di centrocampo. Capacità e abilità sorprendenti per la disinvoltura con cui Ienco si mette in mostra, ma i punti di forza del 2005 non li scopriamo sicuramente adesso (Clicca qui per saperne di più). Il match con la Fiorentina non è stato facile per i 2004 della Roma, una gara in cui i toscani non hanno mai mollato, tanto da rifarsi prepotentemente sotto a 3' dal termine grazie alla rete di Senè. A togliere ogni dubbio, indovinate un po', è stato proprio Ienco, che si dimostra abile anche in fase offensiva e con una conclusione mancina insacca alle spalle di Manzari la rete del definitivo 4-2. La Roma è matematicamente prima e può festeggiare l'approdo ai quarti di finale. Un successo costruito nel tempo e centrato in un mini campionato comunque non scontato. Un successo in cui Ienco ci ha messo sicuramente del suo. E adesso l'Under 17 ha una certezza in più.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE