Cerca

Primavera 1

L'Inter vince con Casadei. Lazio, un'altra retrocessione ma...

La formazione di Menichini non riesce a fare risultato con i nerazzurri e, complice l'impresa del Torino sul campo dell'Empoli, retrocede in Primavera 2. Forse, però, c'è ancora una speranza di salvezza

09 Giugno 2021

28a GIORNATA - 09 giugno 2021

Lazio 0 - 2 Inter
Menichini, tecnico della Lazio

Menichini (Foto ©De Cesaris)

LAZIO Furlanetto 6 (45’pt Pereira 5), Floriani 6, Franco 6.5, Pica 6 (33’st Marino T. 5.5), Novella 6, Marino A. 6.5, Bertini 6, Ferrante 5.5 (15’st Tare 5.5), Czyz 6, Moro 6.5, Castigliani 6 PANCHINA Peruzzi, Cesaroni, Shehu, Cerbara ALLENATORE Menichini

INTER Stankovic 6, Youte 6, Moretti 6, Sottini 6.5, Zanotti 6, Casadei 8, Sangalli 6.5, Weiser 6 (10’st Akhalaia 6), Vezzoni 6 (40’st Carboni sv), Oristanio 6 (10’st Lindkvist 6), Bonfanti 6 PANCHINA Magri, Rovida, Tovoli, Moretti L., Dimarco, Mirarchi, Boscolo, Goffi, Fonseca ALLENATORE Madonna

MARCATORI Casadei 43’st e 45'st (L)

ARBITRO D’Ascanio di Ancona ASSISTENTI Micalizzi di Palermo e Trischitta di Messina

NOTE Ammoniti Vezzoni, Ferrante Rec. 4’pt - 0'st

Un match da dimenticare chiude una stagione che difficilmente la Lazio potrà cancellare dalla propria mente. Il fantasma della retrocessione è ormai diventato una realtà a cui sarà complicato abituarsi. Resta da capire quale sarà il responso proveniente dal Consiglio Federale: c'è la possibilità che venga stabilita una sola retrocessione diretta per il campionato di Primavera 1 e dunque penultima e terzultima si affronterebbero nei playout; solo in questo caso la Lazio avrebbe una chance di salvarsi. In attesa del comunicato, quindi, e tenendo conto del format attuale, che prevede la retrocessione diretta delle ultime due, la Lazio ad oggi è in Primavera 2. Passando alla gara, i ragazzi di Madonna sembrano approcciare meglio alla partita con una notevole giocata individuale di Zanotti al 6’ che spaventa Furlanetto bravo a respingere il pallone. Sul campo continua ad essere egemonia nerazzurra con due fiammate prima di Sangalli, poi di Sottini che priva l’incornata, il tutto nel giro di cinque minuti. I padroni di casa cominciano solo dopo venti minuti a carburare e lo fanno grazie alla velocità di Floriani che crossa perfettamente sulla testa di Czyz ma la difesa avversaria non si fa sorprendere. La prima vera occasione arriva invece dal colpo di testa di Franco al 24’ che finisce in rete, gol annullato però dall’assistente per fuorigioco. Continui ribaltamenti di fronte cominciano a susseguirsi al Fersini con Weiser che al 34’ serve Bonfanti, il colpo di testa è interessante ma troppo facile per Furlanetto. Sul finale di primo tempo si ferma improvvisamente il gioco per un brutto scontro tra Furlanetto e Bonfanti. Ad avere la peggio è il numero uno biancoazzurro costretto ad abbandonare il gioco. Al suo posto è pronto Pereira. Nella ripresa la sfida si mostra equilibrata, con continue giocate in direzione di entrambe le aree di rigore anche se continua a mancare sempre quel passaggio giusto che possa bucare la difesa avversaria. Il match sembra quasi addormentarsi con ritmi non elevati e poche occasioni, fino a dieci minuti dal termine quando Franco salva un gol praticamente siglato di Vezzoni che aveva lanciato il missile dalla distanza. A tre minuti dal termine a Formello accade l’impossibile e in tre giri di lancette i lombardi calano il bis: al 43’ perfetto il cross di Sottini sulla testa di Casadei che insacca il pallone alle spalle di Pereira. Al 45’ il nerazzurro si regala addirittura la doppietta con un’altra incornata fatale. Come accennato, però, resta ancora una possibilità per la Lazio. In Consiglio Federale si sta infatti dibattendo sulla possibilità di cambiare il format del campionato.
 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE