Cerca

l'intervista

Pancotto: "Voglio abbinare il calcio allo studio. Un'esperienza fuori? Perché no"

Il portiere classe 2000 ha salutato il Civitavecchia da qualche giorno aprendo le porte al mercato

28 Giugno 2021

Pancotto

Leonardo Pancotto (Foto ©Civitavecchia)

Dopo tre stagioni vissute sicuramente da protagonista, e con i gradi di titolare con una maglia pesante come quella del Civitavecchia, Leonardo Pancotto ha diviso ormai da qualche le giorno le strade con il club portuale. Il portiere classe 2000 non rientra nei piani tecnici di Massimo Castagnari ed ecco allora che il mercato estivo potrebbe riservargli adesso una nuova opportunità. Questa la sua intervista.

Iniziando dall'ultima stagione, come è stato tornare in campo dopo la pandemia?

"E'stato molto strano, era la prima volta che si tornava in campo dopo cosi tanto tempo, solitamente il periodo tra una stagione e l’altra è molto più breve. Siamo rientrati in una situazione molto particolare, un mix tra paura ma allo stesso tempo voglia di riniziare e con il dubbio se la stagione potesse realmente ripartire e soprattutto finire".

Con il Civitavecchia ti sei tolto tante soddisfazioni, vincendo anche la quarta edizione del Premio Talento & Tenacia lo scorso anno. Ti sarebbe piaciuto restare?

"Mi sarebbe molto piaciuto rimanere al Civitavecchia, erano 3 anni che ero lì ed era una situazione veramente ideale per me, riuscivo ad abbinare al meglio il calcio e lo studio, basti pensare che fra il campo e l’università erano 3 minuti di macchina, e la stagione che verrà sarebbe stata quella della laurea. Purtroppo non è finita come volevo, non so con quale criterio si è presa la decisione di continuare ugualmente a far scalare la categoria Under dopo che di due stagioni ne abbiamo fatta realmente mezza, perdendo così un anno calcistico. Giustamente loro hanno fatto le loro scelte e bisogna accettarle".

Che progetti hai adesso per il futuro?

"Per quanto riguarda il mio futuro, come dicevo poco fa il prossimo anno mi laureo, mentre per ciò che riguarda il lato calcistico vorrei trovare un ambiente sano e che mi permetta di riuscire a conciliare lo studio ed lo sport come ho sempre fatto. Non nego che vorrei trovare una squadra dove giocare il più possibile, allenandomi sempre al massimo e dimostrando serietà".

Essendo un classe 2000 il prossimo anno esci dalla fascia degli Under in Eccellenza. Può essere un fattore penalizzante?
 
"Per quanto riguarda uscire dalla fascia Under questo vale per Promozione ed Eccellenza, in Serie D il 2000 sarà ancora giovane di Lega. Io non ho pretese, voglio solo giocare e divertirmi, non mi dispiacerebbe nemmeno un'esperienza in Toscana per esempio, io sono di Tarquinia e ci sono varie realtà che non sono lontanissime. Al momento sono libero, non ho preso accordi con nessuna società, vorrei solo capire come organizzarmi per l’inizio della stagione e soprattutto per tutto il corso dell’anno". 
 
 
 


 
 
 


 
 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE