Cerca

Focus

Roma, i giovani sotto gli occhi di Josè Mourinho e Tiago Pinto

Il tecnico portoghese sta osservando con grande attenzioni diversi 2001 e 2002 provenienti dalla Primavera di Alberto De Rossi

17 Luglio 2021

Mourinho e Pinto

Mourinho e Pinto (Foto ©AsRoma)

La nuova Roma di Josè Mourinho, anzi "La Roma dei Romanisti" come vuole il tecnico portoghese, sta nascendo. Nei primi giorni di ripresa degli allenamenti abbiamo visto tanti giovani all'opera. Molti di loro partiranno, soprattutto in prestito, altri cercheranno di stregare lo Special One per assicurarsi un posto nella rosa della prossima stagione. Altri, di rientro da esperienze varie in giro per l'Italia, rifaranno la valigia e lasceranno la Capitale. In attesa di impegni più probanti, si è giocata la prima amichevole della stagione contro il Montecatini, terminata 10-0, in cui sono andati in rete Calafiori e Zalewski. 

PORTIERI - Partiamo dagli estremi difensori con Matteo Cardinali, Pietro Boer e Davide Mastrantonio. Il 2001, di ritorno dal prestito al Matelica, potrebbe essere girato nuovamente a titolo temporaneo per continuare a fare esperienza, ma non è da escludere la possibilità che possa rimanere nel parco portieri giallorosso come terzo. Chi invece sembra decisamente orientato verso la cessione in prestito è Pietro Boer. Nell'ultima stagione si è anche tolto la soddisfazione di esordire in prima squadra, ma successivamente è stato scalzato dalla spaventosa crescita di Davide Mastrantonio che si è conquistato il posto da titolare nella formazione di Alberto De Rossi. Il giovanissimo 2004 ex Urbetevere sarà uno dei titolarissimi della prossima Primavera, forte di minuti ed esperienza accumulati già in questa stagione. Contro il Montecatini mister Mourinho lo ha inserito a circa venti minuti dalla fine. 

DIFENSORI - Potrebbe partire in prestito anche Amir Feratovic, che però per il momento si sta allenando sotto gli occhi di Mourinho. Preso dall'NK Bravo nella scorsa sessione di mercato estiva, non ha troppo convinto, ma ci sono possibilità che resti in Primavera come fuoriquota. Bryan Reynolds e Riccardo Calafiori faranno invece parte a tutti gli effetti della rosa della prossima stagione. L'esterno mancino sarà chiamato, tra le altre cose, a non far rimpiangere Leonardo Spinazzola, che ne avrà per almeno cinque mesi. Come richiesto dallo stesso Mourinho, comunque, arriverà un terzino sinistro per alternarsi con Calafiori che in tanto è andato in rete contro il Montecatini sfruttando al meglio l'assist di Carles Perez.

CENTROCAMPISTI - Qui le cose si fanno serie, in senso positivo, ma anche complicate. Perché la Roma ha cresciuto talenti più che interessanti pronti a sbocciare e le valutazioni da fare sono tutt'altro che semplici. Filippo Tripi, anima, cuore e testa della Primavera romanista cercherà di strappare la conferma in prima squadra, che non sarà comunque semplice considerando anche il valore degli altri colleghi di reparto, ma intanto Mourinho lo studia con grande attenzione e non è da escludersi che possa rimanere col portoghese, scendendo qualche volta da fuoriquota in Primavera. Contro il Montecatini lo abbiamo visto all'opera nell'inedito ruolo di terzino destro. Difficile che per Edoardo Bove si possa fare lo stesso discorso. Il centrocampista cresciuto nella Boreale Don Orione farà le valigie e andrà in prestito in Lega Pro. Intanto, però, si è tolto la soddisfazione di andare in gol in partitella. Quello che ha probabilmente più chance di restare alla Roma in vista del prossimo campionato è Nicola Zalewski, che dall'emozionante esordio col Manchester United in poi ha fatto intravedere lampi di grande classe, come se ci fossero ancora dubbi. Eventualmente, non sarà comunque facile il salto nei grandi. Per la decisione finale se ne riparlerà a fine luglio, dopo molti più allenamenti e, soprattutto, le varie amichevoli in programma. Nel frattempo anche lui si è tolto la soddisfazione di andare in rete con un bel destro da fuori area. Da segnalare anche l'assist che ha propiziato il gol di Borja Mayoral, proprio come nel giorno dell'esordio in Serie A contro il Crotone. Come anticipato qualche settimana fa, invece, Tommaso Milanese lascerà la Capitale a titolo definitivo ed infatti non è stato inserito nella lista per il ritiro. La maggior parte delle squadre di Serie B erano interessate a lui, ma hanno presto mollato la presa per le richieste da parte della Roma. Solo due sono ancora in corsa, ma il ragazzo dovrebbe rimanere in Serie A e la trattativa per il suo trasferimento pare possa chiudersi a breve. Il Torino sembra essere la destinazione più gettonata.

ESTERNI - Ruben Providence e Riccardo Ciervo. L'esterno francese classe 2001, dopo l'annata 2019/2020 decisamente negativa, nel corso di questa stagione ha messo in mostra tutte le sue qualità. Poi, nel momento clou del campionato, è stato fermato da un brutto infortunio alla caviglia. Anche l'ex PSG andrà in prestito, probabilmente all'estero, forse in Francia. Ma, se dovesse tornare ai livelli raggiunti a metà anno, Mourinho potrebbe scommettere su di lui. Per quanto riguarda invece Riccardo Ciervo, la situazione è simile a quella di Edoardo Bove e Filippo Tripi, se pur con le dovute sfumature del caso. Nell'ultima stagione ha abbastanza deluso. Da uno come lui ci si aspettava sicuramente qualcosa in più ed invece belle giocate e prestazioni convincenti sono arrivate solamente a sprazzi. Un'esperienza in prima squadra per farsi le ossa sarebbe forse la soluzione migliore. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE