Cerca

L'intervista

Anselmi: "La Pro Calcio affronterà il campionato con voglia di stupire"

Il tecnico gialloverde ha tratto un bilancio dopo gli ultimi due complicati anni ma con uno sguardo deciso verso il futuro

27 Luglio 2021

Anselmi

Fabrizio Anselmi

In casa Pro Calcio Tor Sapienza si continua a lavorare senza sosta per consegnare a Fabrizio Anselmi una squadra competitiva che possa far divertire società e tifosi. Il tecnico gialloverde ha esordito facendo il punto su gli ultimi e difficili anni che hanno contraddistinto la nostra vita ed il mondo del calcio: "Questo sarà il campionato della ripartenza, speriamo in maniera definitiva. É stato bello riprendere l'attività per gli ultimi mesi della scorsa stagione ma non possiamo considerarlo un campionato vero e proprio, senza nulla togliere a chi ha vinto i vari gironi. Negli ultimi due anni ci siamo resi conto che senza calcio è dura, per chi lo vive come una passione, per chi ci lavora e per i tifosi. Credo che questa sia forse la stagione più attesa di sempre, come se fosse una nuova vita. Lo vediamo anche dalle società che stanno allestendo organici importanti per tornare ad essere protagoniste". Anselmi ha poi proseguito raccontando le aspettative riposte sulla stagione 2021/2022: "Mi aspetto un ritorno alla normalità con tutte le dovute precauzioni che le autorità competenti suggeriranno. Per uno sport come il calcio la normalità non è solo il calciatore in campo ma anche i tifosi sugli spalti. Non mi riferisco solamente al nostro campionato di Eccellenza, parlo per tutti i livelli del movimento. Scendendo nel dettaglio posso dire che dopo l'esonero di mister Russo abbiamo perso pezzi importanti della rosa, ma ho comunque deciso di portare a termine la stagione, rimanendo d'accordo con la società per strutturare quest'estate un gruppo che fosse sulla falsariga di quello allestito tre anni fa. Attorno allo storico nucleo gialloverde abbiamo inserito giovani di valore, ma credo che il prossimo anno sia soprattutto la testa a fare la differenza. Non abbiamo pressioni di nessun genere, sappiamo che sarà un campionato durissimo, lo affronteremo con la massima voglia di stupire. Come tre anni fa faremo salire 2003 e 2004 nella speranza che possano realizzare lo stesso percorso compiuto dai 2000 e 2001". Fabrizio Anselmi ha infine concluso: "Ci tengo a ringraziare i ragazzi che purtroppo non abbiamo confermato come De Angelis e Graziani, allargando il discorso a tutti quelli che hanno fatto parte della nostra famiglia negli ultimi tempi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE