Cerca

mercato

L'Ostiamare presenta Bianciardi: "Entusiasta di questo progetto"

La società biancoviola annuncia l'arrivo dell'ex centrocampista del San Nicolò Notaresco

27 Luglio 2021

Bianciardi ©D'Offizi

Lorenzo Bianciardi con la maglia del San Nicolò Notaresco ©Stefano D'Offizi

Il nuovo colpo di mercato dell'Ostiamare si chiama Lorenzo Bianciardi, centrocampista classe '95, di qualità e quantità, ex San Nicolò Notaresco, e che arriva ad Ostia con tanta voglia di mettersi a disposizione e di lavorare per il bene del gruppo Ostia: "Buongiorno a tutti. Sono davvero felice di questa chance che mi è stata data. Arrivo in una città e in una piazza calcistica importante che - non è cosa da poco - è tra le poche nel Lazio con una tifoseria importante ed appassionata. Con il Direttore Mattiuzzo sono venuto a conoscenza di questo progetto importante del Presidente Di Paolo e sono rimasto entusiasta. Felice di ritrovare Sbardella, Bertoldi e Sabelli, con i quali ho giocato insieme, sono pronto a dare il mio contributo al mister e ai compagni per una grande stagione ".

Cresciuto nel settore giovanile dell'Aprilia, Lorenzo ha poi vissuto una bellissima stagione (2013-2014) a Genzano con il Cynthia, in Serie D, da under a 18 anni con i grandi. Da Genzano alla Serie C, con le esperienze con la Reggiana e la Pro Patria, prima di viaggiare in Serie D, soprattutto in Abruzzo. Infatti, oltre al Notaresco, sua ultima maglia, Lorenzo ha indossato anche quella dell'Avezzano e del Pineto.

Proprio il 9 Ottobre 2019, poi, contro l'Ostiamare di Scudieri, Lorenzo Bianciardi era con il Pineto nei sedicesimi di finale di Coppa Italia, gara vinta di misura dalla compagine abruzzese: " Si, mi ricordo quella gara, molto equilibrata. Vincemmo 1 a 0 contro un'ottima squadra, poi infatti arrivata seconda nel campionato stoppato dal Covid"

E il saluto finale è proprio per i suoi nuovi tifosi, pronti a sostenerlo in questa nuova avventura all'Anco Marzio: " Mi auguro che si possa esultare insieme, allo Stadio, perchè il calcio è gioia e divertimento. Questa è la speranza, dopo tutti questi mesi complicati. Poi per il resto non faccio promesse, ma mi preparo a lavorare, in silenzio, e dare il massimo. Come sempre sarà il campo a parlare, noi possiamo solo impegnarci e dedicare anima e corpo a questa maglia".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni