Cerca

L'INTERVISTA

FAVL Cimini, Vittorini: "La società ha lavorato bene: possiamo dire la nostra"

L'attaccante giallonero a 360 gradi: dalla nascita di Gabriele all'Eccellenza che verrà, passando per il rapporto con Scorsini

14 Agosto 2021

Manuel Vittorini ©Conti

Manuel Vittorini, un'altra stagione a Vignanello ©Raffaele Conti/Vamos

Dieci giorni di lavoro di nuovo con la maglia della Faul Cimini e ben sette di paternità: Manuel Vittorini Re indiscusso a Vignanello sta vivendo un’estate a dir poco densa di emozioni. "Innanzitutto - racconta la stella di Canale Monterano - posso affermare di avere il cuore straripante di gioia pura per la nascita di Gabriele: sono già orgoglioso di lui e della mamma che è stata fantastica". Vittorini ha allargato dunque il suo nucleo familiare: un vanto che ha atteso con ansia ma anche serenità. "Si, adesso la mia vita è cambiata, in meglio naturalmente: avrò più responsabilità, sono pronto ed orgoglioso nel doverle con leggerezza sostenere". Dalla vita privata al campo il passo è breve. "Lo è - ammette il famoso attaccante - perché ci stiamo già allenando dagli inizi di Agosto in maniera prolifica. La squadra ha la sua fisionomia che si intravede con lo scorrere dei giorni. Dispiace per il contrattempo fisico capitato al mio compagno di reparto Ilario Lepre al quale auguro una pronta guarigione ed il ritorno sul terreno di gioco nella maniera più tempestiva possibile". Imprevisti a parte, la Faul mostra, come accennato da Vittorini stesso, segnali di crescita esponenziale incoraggianti. "L’ossatura del gruppo è rimasta intatta, la dirigenza con l’avvallo della proprietà si è mostrata acuta e brava nel puntellare la rosa laddove c’era necessità. Adesso siamo certi di poter dire la nostra in ottica promozione. Sulla strada del bomber laziale ecco l’incrocio col suo mentore probabilmente migliore: Marco Scorsini. "Ritrovare il direttore Laurini e il mister è bello - ammette Vittorini - con Scorsini ho un rapporto importante non solo a livello professionale ma anche sotto l’aspetto puramente umano. La sua qualità migliore nei miei confronti è quella di mettermi nelle migliori condizioni possibili per fare ciò che mi riesce meglio: segnare". Serviranno eccome e tanti i goal di Vittorini alla Faul per emergere in un girone A ipotetico che con Aranova, Civitavecchia, Ladispoli e forse Pomezia, si preannuncia d’acciaio. "Le sfide di un certo prestigio - confessa Manuel - mi esaltano quanto meno a livello puramente mentale. L’Aranova ha ora le carte in regola per vincere, vedo bene pure il Civitavecchia: i nerazzurri con Scardola e Francabandiera tra i pali hanno una difesa potenzialmente impenetrabile: davanti poi c’è sempre l’estro e la genialità di Ruggiero a cui si aggiunge Pippi: il brasiliano è una prima punta straordinaria. Naturalmente metto sopra tutti il Pomezia che era già una squadra molto forte ed ora con l’innesto di Massella in attacco diventa la pretendente principale al titolo se sarà, come si vocifera, nel girone A". Ma la Faul ha Thor.. "Diciamo (sorride, ndr)"

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE