Cerca

MERCATO

Nelle mani di Palombo: il Montenero ufficializza il suo nuovo portiere

L'estremo difensore si presenta: "Mi è stato proposto un progetto molto ambizioso. Ho scelto una piazza che mi permetterà di stabilizzarmi a lungo termine"

14 Agosto 2021

FC Montenero, la presentazione di Damiano Palombo (foto FC Montenero)

FC Montenero, la presentazione di Damiano Palombo (foto FC Montenero)

Ciociaria, Abruzzo, hinterland romano, e adesso la terra pontina. Per la prima volta in carriera Damiano Palombo difenderà la porta di un club del nostro territorio, nel campionato di Promozione ed anche questa sarà una novità visto che finora l’estremo nato il primo aprile del 1995 ad Anagni aveva sempre militato in categorie superiori. Damiano Palombo ha scelto di cimentarsi in questo nuovo campionato nonostante sia giovane ed avesse numerose richieste dall’Eccellenza.

Il portiere anagnino ha deciso di vestire la maglia dell’FC Montenero, club al quale si è legato il 16 luglio, cedendo alla corte del club di San Felice Circeo perché è stato "conquistato dalla società. E per società ci metto tutti, partendo dal presidente Stefano Zambellan arrivando al direttore generale Felice Aquino passando per il direttore sportivo Filippo Di Marco - ci ha raccontato il nuovo portiere del Montenero - Mi è stato proposto un progetto molto ambizioso. Ho scelto una piazza che mi permetterà di stabilizzarmi a lungo termine e, sinceramente, era quello che cercavo. Poi, come detto, in questo club mi sono rapportato con persone serie, disponibili; insomma mi hanno fatto una grandissima impressione. Tutto ciò, nell’insieme, mi ha convinto ad accettare nonostante avessi proposte da società di categoria superiore con ambizioni comunque di vertice. Ora spero di ripagare la fiducia che mi è stata data. So bene che qui si dovrà puntare in alto perché la rosa allestita, per parco giocatori, non può avere obiettivi diversi da quelli di vertice".
Matteo Palombo ha iniziato a giocare a pallone a Morolo, per poi passare al Frosinone: con la maglia dei canarini ha disputato i campionati coi Giovanissimi e con gli Allievi Nazionali, poi il balzo in prima squadra “senza passare” dalla Primavera. "E’ vero - ha sottolineato Damiano Palombo - Sono diventato stabilmente uno dei portieri “dei grandi”, mi allenavo sempre con loro e facevo parte della prima squadra in pianta stabile". Essendo in età Primavera quando la concomitanza delle gare lo permetteva Palombo scendeva in campo con i suoi coetanei. "A quei tempi in porta con la prima squadra del Frosinone c’era Zappino, un grande portiere che mi ha insegnato tanto, era fortissimo ed era il mio idolo".

Damiano Palombo ha vestito la maglia del Frosinone per tre anni (tra serie B e C), poi l’addio un po’ amaro. "Sono andato in scadenza - ci ha raccontato - ma avevo già svolto le visite mediche e il mio contratto era pronto, quell’anno arrivò il direttore sportivo nuovo che preferì altri portieri (Pigliacelli e De Lucia dal Parma, ndr) e così è finita la mia avventura con i gialloblù".

Poi San Nicolò Teramo (persi i playoff promozione contro la Sambenedettese), Serpentara e Palestrina in serie D, tre anni a Morolo in Eccellenza, la scorsa stagione a Sora (sempre in Eccellenza) nell’era Covid. E ora questa nuova avventura col Montenero. "In questi casi si dice sempre che non si vede l’ora di iniziare - ha aggiunto il portiere - Ma mai affermazione è stata più veritiera. Dopo l’anno passato, con un campionato chiuso poco dopo il via, il desiderio di tornare in campo per gare ufficiali è davvero tanto. Il campo, gli allenamenti e le partite vere mancano moltissimo".
Che tipo di portiere è Damiano Palombo? "Mi piace stare fuori dai pali e mi trovo molto bene con sistemi di gioco che lo consentono e permettono di prendere palla in situazioni diverse, insomma con la difesa alta - ha confessato - Ma poi dovrà essere l’insieme di squadra che dovrà permettermi di esprimermi. Obiettivi? Non voglio parlarne esplicitamente anche perché non è mai bello farne prima di iniziare. Sicuramente giocherò in una squadra di valore, i nomi di questo nuovo gruppo si conoscono, e punteremo a fare bene. Sicuramente, ripeto, vogliamo lottare per il vertice".  
Un vertice che per il Montenero passerà anche attraverso le prestazioni del nuovo guardiano della sua porta. Il via della stagione con l’inizio della preparazione è in programma il 23 agosto. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE