Cerca

l'intervista

Parioli e Aranova verso il debutto: parola a Lenzini e Mursia

I due dirigenti presentano la sfida di Coppa Italia e più in generale la stagione che attende le rispettive compagini 

03 Settembre 2021

Lenzini e Mursia

Mario Lenzini e Alessio Mursia

Il primo atto ufficiale della stagione in Eccellenza sarà la Coppa Italia: turno secco ad eliminazione diretta: un benvenuto di pura adrenalina per l’annata 2021-2022. A La Cavaccia di Allumiere sarà praticamente sfida in campo neutro tra il Parioli (si allena al Gentili presso La Giustiniana) e l’Aranova. Sulla carta non dovrebbe essere un match alla pari però poiché la compagine romana è una new entry assoluta tra le Eccellenze del calcio laziale, mentre i rossoblu cari a patron Schiavi, rientrano di diritto nelle squadre che possiedono le carte in regola per ambire alla serie D. "Per noi -commenta l’esperto direttore generale del Parioli Mario Lenzini- subito una partita durissima da affrontare: ne siamo ben consapevoli. Così come siamo convinti certe prove è meglio viverle subito così ci rendiamo anche conto di chi realmente siamo in questo momento". Gruppo giovane, allenatore al primo anno in Eccellenza ma tanto entusiasmo nella squadra che rappresenta uno dei quartieri assolutamente più prestigiosi della Città Eterna. "Puntiamo molto -prosegue Lenzini- su dei profili che hanno voglia anche di mettersi nuovamente in gioco in una categoria che magari non è riuscita sin qui a valorizzarli del tutto. Sono fiducioso, credo in questo progetto più che singolare, atipico, se consideriamo che il calciatore più grande che abbiamo in rosa oltrepassa di poco i 25 anni". Romani che disputeranno a La Cavaccia di Allumiere le proprie gare interne. "Confidiamo nel sostegno del già disponibile e caloroso pubblico locale: tra noi e i collinari si è creato un buon feeling. Una squadra giovane come la nostra ha bisogno di un supporto a livello emotivo. Lo stadio di Allumiere è uno dei più belli del Lazio: non ci si può esimere da interpretare le partite in maniera propositiva e con intensità a La Cavaccia viste le ampie dimensioni del terreno di gioco". Doveroso, vista la sua oltre ventennale esperienza nel calcio laziale, chiedere a Lenzini un focus sul girone A. "Raggruppamento che annovera almeno sei delle dieci squadre più attrezzate dell’intera Eccellenza. Pomezia e Favl Cimini partono avanti a tutte poi Aranova, Civitavecchia, Ladispoli e ma attenzione anche alla W3 Maccarese: visto il format elaborato dalla federazione per noi del Parioli Calcio sarà una lunga battaglia da vivere per mantenere la categoria: una grande avventura alla quale ci stiamo preparando al meglio però: rispettiamo tutti ma venderemo sempre molto cara la pelle a partire da Domenica". Aranova avvertito seppur la formazione di Pierluigi Vigna sia in possesso di grandi soluzioni soprattutto nel reparto avanzato dove con l’arrivo di Alessandro Di Mario, l’ipotetico tridente con Monteforte e Fagioli fa letteralmente paura. "Ci siamo mossi sul mercato -racconta il giovane direttore sportivo rossoblu Alessio Mursia- con l’intenzione di migliorare ulteriormente il parco giocatori già buono di cui dispone il nostro mister. Il match di Coppa rappresenta per noi già la prova del fuoco: va capito in fretta di che pasta siamo fatti visto che è un dentro o fuori. Teoricamente dovremmo essere protagonisti già da Domenica e per i prossimi mesi ma poi è sempre il campo che parla". Campionato anomalo e dalle mille insidie però quello che attende l’Aranova: lo stesso Mursia in chiusura ci tiene a sottolinearlo. "Il primo turno di Coppa Italia è in gara secca e questo già sintetizza il livello di precarietà che può regnare sul versante dei pronostici: tutto insomma può accadere in una partita unica tra l’altro la prima della stagione. Per quanto concerne il campionato sarà veramente un terno al lotto con 3 squadre che vanno giù dirette e altre sei che fanno i play out, la parola tranquillità ce la dobbiamo scordare anche noi che siamo una squadra teoricamente da prima fascia".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni