Cerca

l'intervista

Indomita, Aiello: "Abbiamo carattere, ottavi di Coppa un risultato storico"

Il tecnico è soddisfatto di quanto mostrato dalla squadra nelle prime due uscite ufficiali. Ora testa al campionato

15 Settembre 2021

Aiello

Il tecnico Leonardo Aiello (Foto ©Francesco Cenci)

Non poteva certo chiedere di più ai suoi ragazzi. Leonardo Aiello, tecnico dell'Indomita Pomezia, che nello scorso weekend ha superato il secondo turno di Coppa Italia d'Eccellenza contro una delle papabili candidate al trono del proprio girone di campionato, l'Anzio. Una vittoria ai rigori, seguita ad un pirotecnico e spettacolare 3-3 nei regolamentari, che si aggiunge a quella raggiunta nel primo turno, sempre alla lotteria degli undici metri, contro il Falaschelavinio. L'allenatore, giustamente, si gode l'accesso agli ottavi di finale: "Sono stati due test molto importanti perché abbiamo affrontato ottime formazioni. La partita con l'Anzio, da questo punto di vista, è ancor più significativa dato che è una delle accreditate alla vittoria del Girone. Aver rimontato per ben tre volte ha dimostrato che questo gruppo ha carattere. Il bilancio è pertanto positivo, alla luce del fatto che i risultati sono passati attraverso buone prestazioni". Il cammino continua, e più il tabellone si restringe, più le imprese si fanno ardue. La destinazione finale è ancora incerta, e mister Aiello vuole evitare voli pindarici: "Per noi essere arrivati agli ottavi è già un risultato storico. Sicuramente daremo il massimo per poter portare a casa un esito favorevole nel prossimo turno".

Domenica è in programma la prima giornata di campionato. L'Indomita Pomezia giunge all'appuntamento sulle ali dell'entusiasmo, ma di fronte troverà una delle corazzate del gruppo B, la Tivoli, vogliosa di lanciare subito un chiaro messaggio alle dirette concorrenti: "Il girone di campionato è complicato. Ci sono tre o quattro società al di sopra delle altre, tra cui Tivoli, Anzio e Tor Sapienza. Il nostro obiettivo è raggiungere la salvezza diretta anche se quest'anno sarà più dura, viste le nuove regole. Non ci diamo per vinti".

Nonostante lo straordinario inizio di stagione, il tecnico dei gialloneri ha notato delle imperfezioni che nel corso della stagione dovranno essere limate: “In queste due partite abbiamo commesso qualche errore in più tecnicamente. Questo può essere però anche dovuto alla pesante preparazione – conclude il mister - dobbiamo lavorarci su, perchè il gruppo ha buona qualità.”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni