Cerca

l'intervista

W3, Di Giovanni: "Abbiamo un'identità precisa, a Civitavecchia per fare la gara"

Il punto a poche ore dalla prossima sfida dell'attaccante dei capitolini, subito integrato nel nuovo progetto

25 Settembre 2021

Di Giovanni

Luca Di Giovanni (Foto ©Torrisi)

La W3 Maccarese è decisamente pronta a quella che può tranquillamente essere definita, la prova del nove. Una squadra sottovalutata, sì; è l’abito che più si addice ad una W3 già brillantemente qualificata per gli ottavi di finale della Coppa Italia, oltre che vittoriosa, nel derby al debutto in campionato, contro il Fiumicino. Uno degli elementi chiave, per questa Eccellenza da assaporare, di un gruppo comunque consolidato nel tempo, è senza ombra di dubbio l’attaccante Luca Di Giovanni. "Sono alla W3 da poco tempo -narra il noto talento romano- ma il mio inserimento all’interno del club è stato, sin dai primi momenti, positivo, oltre che piacevole". L’ex stella del Città di Cerveteri conosce molto bene la categoria, essendo proprio lui stesso, uno dei giocatori più tecnici e ricercati, del panorama calcistico laziale. "Stiamo affrontando un campionato difficile ma la squadra è allenata da un tecnico preparato che nonostante la giovane età dispone di una personalità importante che è solo salutare, in una categoria dove serve parecchio essere consapevoli di se stessi". I capitolini ne hanno molta di fiducia nei propri mezzi: i risultati ottenuti e le prestazioni sfoderate sin dal precampionato sono la più fedele e veritiera testimonianza di ciò. "L’identità del gruppo è ben precisa. La Domenica sappiamo già, prima di scendere in campo, cosa dobbiamo fare esattamente: questo credo sia un fattore assai importante in categorie come quelle in cui ci battiamo". Di Giovanni sa bene che il prossimo impegno, a Civitavecchia, sarà come un Everest tutto da scalare. "Sì: ne siamo consapevoli. Il Civitavecchia è una candidata al salto di categoria, ha un parco giocatori di altissimo livello: noi, chiaramente, faremo senza remore la nostra partita: è nel DNA della W3 approcciare in questa maniera alle gare". Sembra quasi un’oasi felice quella del presidente Andrea Persi.

‘’Lo è; la società è all’avanguardia, mostra solidità sotto ogni aspetto e rispetto verso i propri tesserati: di questi tempi è tanto’’.

L’habitat naturale per un talento come l’asso tutto genio e creatività.

‘’Mi sento bene -conclude Luca Di Giovanni- sono sereno, attraverso un buon periodo anche a livello fisico credo di poter dare un contributo importante alla causa. Questa partita col Civitavecchia stimola, li ritroveremo anche in Coppa: per noi, umili e sottovalutati, sono esami..’’

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE