Cerca

dopo gara

W3, Manelli: "Sbagliato nulla". Persi: "Gara da incorniciare, ce la godiamo"

Soddisfatti il tecnico e il presidente dei bianconeri dopo la netta affermazione sul campo del Civitavecchia

27 Settembre 2021

Manelli

Il tecnico della W3 Maccarese, Manelli (Foto ©Torrisi)

Può un ragazzo di soli 29 anni mettere in ginocchio, insieme ai suoi fidati ragazzi, un club che ha cento anni abbondanti di storia. Ebbene sì. È successo a Civitavecchia dove la W3 Maccarese ha tolto letteralmente il respiro ad un Civitavecchia che di euforia nei polmoni ne aveva tanta, dopo lo splendido tributo che la calorosa tifoseria, le aveva nel pre gara, con affetto estremo regalato. Il calcio però si sa, viene determinato dalle giocate che si materializzano nel campo e in campo, c’è stata soltanto la formazione diretta magistralmente da Stefano Manelli. "Devo essere sincero -racconta il tecnico della W3- non mi aspettavo un primo tempo così intenso da parte dei ragazzi. È vero che ci prepariamo al meglio durante la settimana ma stavolta abbiamo veramente stupito e lo abbiamo fatto dinanzi ad una grande squadra". In effetti i primi 45 minuti dei bianconeri sono stati sontuosi. "Non abbiamo sbagliato nulla. La gara è stata interpretata con sagggezza da parte di tutti ma anche con coraggio e determinazione. Siamo una squadra a cui piace esprimersi su ritmi alti: è la nostra caratteristica probabilmente migliore". Una W3 Maccarese che non è azzardato, con le dovute proporzioni, paragonare ad un’Atalanta, tanto per rendere l’idea di ciò che, nel tempo, è stato costruito dal presidente Andrea Persi. "Non siamo un club diciamo facoltoso -racconta proprio Persi che alla W3 cura anche la comunicazione- però ci piace fare le cose in una certa maniera. Crediamo nel gruppo e nei progetti che si realizzano magari a medio lungo termine. La filosofia della W3 Maccarese è semplice; non fare il passo più lungo della gamba e affidarsi ad atleti che abbiano un forte senso di appartenenza al club: un sodalizio che ha le sue origini nel quartiere Eur". Per emozionarsi talvolta basta poco: è proprio vero. "Sì -conclude il patron della W3 Maccarese- i nostri calciatori, lo staff tecnico offrono molteplici garanzie. Abbiamo aggiunto degli innesti nel parco giocatori che il nostro giovane mister ha inserito direi bene nei meccanismi tattici ben noti a chi è con noi da tempo: A Civitavecchia la gara disputata è stata da incorniciare e giustamente ce la godiamo. Il percorso è agli inizi però ed è ancora presto per capire chi realmente siamo in un girone che, tutti gli addetti ai lavori, giudicano molto competitivo".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE