Cerca

nazionali

Cynthialbalonga verso il debutto, Miccio: "A Cassino sarà un match complicato"

Il tecnico dei castellani introduce la prima sfida di campionato in programma domani pomeriggio e gli obiettivi prefissati dal club 

01 Ottobre 2021

Miccio

Luigi Miccio, tecnico della Cynthialbalonga

Alla vigilia dell’esordio in campionato contro il Cassino il tecnico della Cynthialbalonga, Miccio, si è espresso sull’emozione del debutto, sugli obiettivi, una panoramica generale quindi della stagione che è ai nastri di partenza: "Le sensazioni sono quelle classiche che precedono ogni inizio di campionato, c’è il desiderio forte di tornare a giocare dopo il periodo di stop. C’è curiosità, emozione e desiderio, riassumerei tutto in queste tre parole". Il tecnico si è ovviamente soffermato sul match che la sua squadra è pronta ad affrontare: "Domani sarà una gara complicata, l’anno scorso giocammo a Cassino la prima giornata di campionato e trovammo una squadra organizzata, fisica, con buone individualità. Come tutte le Juniores avranno cambiato anche loro qualcosa, ma il Cassino è ormai una realtà consolidata della regione. Mi aspetto un match complicato, che metterà alla prova la nostra forza". Miccio ha parlato anche degli obiettivi fissati insieme alla società: "Il primo obiettivo è quello di lavorare per fare in modo che il mister Scudieri e il direttore Tomei possano ritenere che nella nostra Juniores ci siano ragazzi utilizzabili nell’ambito della prima squadra che ha obiettivi ambiziosi. Anche la Juniores ha obiettivi importanti, quello di lottare per un posto nelle fasi finali e poi coltivare il sogno scudetto. Noi sappiamo però che senza sacrificio e solidarietà tra il gruppo dei traguardi così non sarebbero raggiungibili. Quindi il nostro obiettivo è diventare al più presto una squadra, per far continuare la nostra stagione al più lungo possibile". Infine un commento sulla rosa: "Sono molto soddisfatto, innanzitutto dello staff tecnico che insieme a me ha cercato di curare ogni minimo dettaglio, per fare in modo che i ragazzi siano pronti per la gara di domani. La rosa è composta da 2003 e 2004, io sono molto soddisfatto di quello che ho a disposizione, al di là degli aspetti puramente tecnici, ho la fortuna di avere dei ragazzi seri e responsabili con delle famiglie che li sostengono nella giusta maniera. Poi come sempre sarà il campo il vero giudice di quelle che saranno le nostre ambizioni".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE