Cerca

l'intervista

Valentini: "Alla W3 organizzazione dettagliata e meticolosa"

L'intervista al direttore generale dei bianconeri, attualmente unici da soli in testa nel girone A di Eccellenza 

04 Ottobre 2021

Valentini

Roberto Valentini

La W3 Maccarese non conosce ostacoli: 3 vittorie in campionato, 10 reti all’attivo, la porta perforata solo una volta: attualmente è la squadra da battere. I bianconeri non hanno fatto proclami durante l’estate; hanno puntellato l’organico, confermato alla guida tecnica della prima squadra Stefano Manelli, rimanendo così fedeli ad una programmazione consolidata, nel tempo. Roberto Valentini noto dirigente romano e ora direttore generale alla W3 Maccarese, è il passpartout, colui che ci apre i cancelli, per far capire, alla massa, cosa significhi appartenere alla W3. "Ho accettato l’incarico che mi è stato proposto perché credo ci siano i presupposti per fare calcio in maniera ottimale, nonostante si tratti sempre di dilettantismo". Passato illustre quello di Valentini che nel mondo del lavoro è un po’ il duro di Roadhouse. "Mi occupo anche di sicurezza e logistica qua alla W3. La nostra filosofia trasportata nel calcio è improntata sull’organizzazione dettagliata e meticolosa: cerchiamo di non trascurare nulla". Nel curioso e affasciante spazio che delimita i sogni e le aspettative della W3 Valentini è uno dei perni predisposti per eliminare di mezzo gli intoppi e consentire al progetto pensato, di decollare definitivamente. "Grazie alla proprietà nelle vesti di Agostino e Sergio Spinella e di Andrea Persi, è stata rilevata la gestione dell’Emilio Darra che è uno stadio storico nel panorama calcistico dell’hinterland romano: la W3 si è prodigata immediatamente per il rifacimento del manto in erba naturale. L’obiettivo, ora, è ottenere un terreno accanto al Darra per costruire velocemente un campo da calcio in erba sintetica. Adesso giochiamo le gare interne a Maccarese con la prima squadra ma torneremo presto ad Acilia per lasciare spazio ai bambini che devono vivere il calcio respirando il profumo dell’erba naturale: una magia che credo, in questo sport, non ha prezzo". In conclusione, ecco il focus sulla prima squadra. Una vera forza della natura ad oggi. "Siamo partiti dalla terza categoria -analizza Valentini- mantenendo sempre l’ossatura originaria del gruppo inalterata nel tempo. Per ogni campionato abbiamo inserito i così detti "pezzi" necessari, tentando di optare su profili bravi ad incarnare il nostro spirito che predilige i comportamenti corretti in campo e fuori, il rispetto delle regole sempre e il senso, alto, di responsabilità, da assorbire in maniera quasi sacrale. Siamo attenti ai risultati ma sopratutto all’approccio mentale per ottenerli". Non siamo di fronte, metaforicamente al Patrick Swayze (James Dalton) nel famoso film del 1989 ma con Roberto Valentini e la spirito suo e della W3, poco ci manca..

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE