Cerca

L'intervista

Insieme Formia, Baglione: "Abbiamo preso morale e consapevolezza dei nostri mezzi"

Le parole al centrocampista biancazzurro, decisivo nella trasferta di Carbonia firmando il gol del 3-3 allo scadere 

07 Ottobre 2021

Baglione

Il centrocampista dell'Insieme Formia, Sandro Baglione (Foto ©Cenci)

La trasferta di Carbonia può rappresentare il vero punto di inizio della stagione dell'Insieme Formia. La squadra di Sasà Amato ha incontrato infatti più di qualche difficoltà in questo inizio di stagione uscendo dalla coppa al primo turno perdendo anche le prime due partite di campionato contro Nuova Florida e Arzachena. Anche in Sardegna sembrava che i biancazzurri dovessero accettare il terzo ko dopo una prima frazione conclusa con gli isolani di Suazo avanti di tre gol. Ma nel secondo tempo ecco la trasformazione: Camilli, Bozzaotre e Baglione hanno firmato la rimonta pazzesca dei laziali attestando il punteggio sul 3-3. L'Insieme Formia dovrà dunque ripartire dai secondi 45' di Sant'Anna Arresi già a partire dalla prossima sfida con il Muravera. A fare il punto in casa biancazzurra è il centrocampista Sandro Baglione. "Il nostro è stato un inizio un po' sfortunato, si sono accavallate diverse situazioni negative e le abbiamo sofferte. Domenica c'è stata però una grande reazione, abbiamo giocato un secondo tempo perfetto. Andare sotto di tre gol e recuperare non è mai semplice, soprattutto dopo due sconfitte. Perciò credo che la squadra abbia dimostrato un grande carattere. Siamo un gruppo che piano piano si sta amalgamando, la squadra è quasi interamente nuova a parte quei quattro - cinque giocatori. Nel mio caso avevo giocato ad Ausonia quattro anni fa e conosco l'ambiente e la proprietà, ma il gruppo è quasi tutto nuovo e per questo ha anche bisogno di tempo. Penso che dopo questo punto abbiamo preso consapevolezza dei nostri mezzi ed ora qualsiasi squadra deve preoccuparsi anche di noi. Questa è la nota positiva, abbiamo preso morale. Ma c'è ancora tanto da lavorare, solo così potremmo toglierci belle soddisfazioni senza guardare la classifica. Ci dobbiamo salvare e ci possiamo divertire. Sono contento per il gol soprattutto perché la domenica precedente avevo sbagliato un rigore quindi diciamo che mi sono riscattato subito. Ma come detto sono contento soprattutto per il gruppo e per il nostro morale. I miei obiettivi sono quelli di migliorare sempre di più, anche se ho 28 anni la mia mentalità è questa. Ho inoltre il compito di dare consigli ai più giovani e di trasmettere loro le mie esperienze, sia di vita che calcistiche per dargli una mano a crescere e ambire magari a qualcosa di più importante. Dal punto di vista societario gli obiettivi sono quelli di fare un campionato tranquillo e ragionare partita dopo partita".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE