Cerca

l'intervista

Il "Tornado" Loria: "Questo premio è di tutta la squadra. Il podio? Secondo me..."

L'intervista all'attaccante della Vis Sezze, il vincitore dell'ultimo sondaggio sociale di Eccellenza

15 Ottobre 2021

Loria

Paolo Loria (Foto ©Cassoni)

Paolo Loria è il vincitore dell'ultimo sondaggio social di Eccellenza. L'attaccante della Vis Sezze ha trascinato i rossoblù nel big match contro il Sora aggiudicandosi anche il nostro contest. Questa la sua intervista. 

Non è la prima volta che vinci il sondaggio di Gazzetta Regionale, vero?

"E' capitato già altre volte e sono molto contento".

Sicuramente un premio meritato per la prestazione contro il Sora. Cosa nel pensi?

"E' stata un'ottima prestazione da parte di tutta la squadra. Dopo il gol preso abbiamo reagito ed è stato perciò ancora più bello vincere ribaltando il risultato. E' sintomo di forza del gruppo. Non ci siamo buttati giù e a partire dal portiere, ai difensori, al centrocampo fino ad arrivare a noi attaccanti siamo stati tutti bravi. Questo premio è di tutta la squadra".

In campionato, nel girone C, siete gli unici a punteggio pieno. Ti aspettavi un inizio del genere?

"Personalmente non guardo mai le classifiche e non faccio calcoli. Penso solo ad allenarmi bene e a fare bene la domenica. Questo è un concetto generale che abbiamo tutti alla Vis".

Anche lo scorso anno eravate partiti fortissimo, sintomo quindi di un'ottima programmazione...

"C'è un'organizzazione molto compatta, tutti abbiamo lo stesso pensiero che è quello di migliorare giorno dopo giorno a partire dagli allenamenti". 

Nel gruppo C sono diverse le squadre attrezzate e che possono ambire alla vittoria finale. Chi temi di più?

"E' sicuramente un campionato molto equilibrato anche se secondo me Lupa Frascati e Gaeta sono un pizzico avanti a tutte, sono loro le squadre più blasonate e accreditate alla vittoria finale".

Dacci il tuo podio finale.

"Il Terracina potrebbe completare il podio". 

Sei stato soprannominato Tornado, ti rispecchi in questo appellativo?

"Sì, sono soprannominato così perché mi piace creare sempre qualcosa con la palla ai piedi e scherzando il nostro addetto stampa mi ha dato questo appellativo. Io mi ci rispecchio, soprattutto mi fa piacere questo modo che hanno alla Vis di farci sentire importanti". 

Che annata ti aspetti?

"Un'annata importante, di rivincita. L'anno scorso per forza di cose ci siamo fermati e per precauzione la società ha deciso di non riprendere il campionato. Perciò mi aspetto un grande anno dove possiamo esprimere tutto il sacrificio e il dolore degli ultimi due. Che sia un campionato di sfogo per tutti. So che ci toglieremo delle soddisfazioni e non lo nascondo, spero di arrivare tra le prime tre...".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE