Cerca

l'intervista

Lazio, i portieri volano. Viotti: "Magro, Moretti e non solo, vi racconto"

Il preparatore dei numeri 1 biancocelesti ha parlato dopo le ottime prestazioni offerte dagli estremi difensore di Primavera e Under 18

24 Novembre 2021

Viotti

Cristiano Viotti

Che le giovanili della Lazio in toto stiano compiendo un grandissimo percorso nei rispettivi campionati è evidente e certificato dalle posizioni di classifica. Eccetto l'Under 18 a cui Tommaso Rocchi deve dare ancora un'impronta, la altre under sono in grande spolvero, tutte in lizza per un posto di lusso nei vari gironi. Nelle ultime settimane, però, un ruolo più di tutti si sta mettendo in evidenza nelle varie gare che hanno visto come protagonisti i biancocelesti ed è quello del portiere. Non sarà mica un caso che Giacomo Moretti, in versione paratutto, abbia respinto ogni conclusione del Frosinone nel big match di Primavera 2 consentendo alla formazione di Calori di restare al vertice. E non sarà un caso nemmeno la prestazione da applausi di Federico Magro, reduce da una prova da MVP contro il Parma, nonostante la sconfitta dell'Under 18, in cui ha parato un rigore e neutralizzato il 99% delle conclusioni crociate. Giocando da sotto età. Tra le altre cose, lo stesso Magro è stato convocato dal CT Bernardo Corradi per il Torneo dei Gironi. Siamo andati allora a chiedere un parere al preparatore dei portieri del vivaio biancoceleste, Cristiano Viotti, nonchè della Nazionale A Femminile.

FEDERICO MAGRO
"Si tratta di un ragazzo che è cresciuto tantissimo nelle ultime due stagioni, agevolato dall'esperienza accumulata da sotto età. Migliorato sotto il profilo tecnico, ci tengo a sottolineare gli step compiuti da Federico soprattutto per quanto riguarda la cultura del lavoro. Ha intrapreso un percorso da atleta di alto livello nell'approccio agli allenamenti e alle partite. Ben cosciente dei tanti dettagli da limare, ogni giorno dà il massimo per crescere ulteriormente. Tra le sue caratteristiche principali c'è sicuramente il grande coraggio che lo contraddistingue e che puntualmente dimostra nelle uscite alte e nella copertura della profondità. Si può sicuramente giudicare con positività il gioco con i piedi, così come la lettura delle situazioni, ma ci sono ancora ampi margini di miglioramento dal punto di vista della tecnica nel parare".

GIACOMO MORETTI
"Anche Giacomo è un ragazzo che è cresciuto tantissimo nel settore giovanile della Lazio. Arrivò ai tempi dell'Under 16 dall'Ancona, era come un foglio bianco. Nel tempo il grande lavoro di impostazione tecnica, abbinato al suo desiderio di migliorarsi giorno dopo giorno, ha pian piano delineato un prospetto interessantissimo. Come per Magro, anche il suo processo di crescita è stato accelerato dal fatto di aver giocato come sotto età. Ha avuto chiaramente delle difficoltà iniziali, ma adesso ne sta raccogliendo tutti i frutti. Ovviamente anche lui ha ancora dei margini di miglioramento, soprattutto con i piedi, ma è sempre riuscito ad imporsi per una grande efficacia tra i pali. Si è già allenato con la prima squadra di mister Sarri e questo è un segnale". La convocazione per il match di Europa League, per quella che è la prima convocazione in prima squadra, è una normale conseguenza dee sue grandi prestazioni.

MA NON FINISCE QUI...
Se Magro e Moretti sono stati i due portieri che più si sono messi in luce nell'ultimo weekend, nelle altre categorie la continuità nelle prestazioni di alcuni numeri 1 fa ben sperare dalle parti di Formello: "Davide Renzetti è un altro profilo di grandissima prospettiva che si sta imponendo da sotto età nel campionato di Under 17. Cito però anche Nicholas Masi, classe 2007 dell'Under 15 di Gonini. Viene da un infortunio, ma ha grandi potenzialità. La soddisfazione più grande - chiude Cristiano Viotti - è veder crescere giorno dopo giorno tutti prodotti del settore giovanile della Lazio. Colgo l'occasione per ringraziare tutti i miei colleghi per l'egregio lavoro che portano avanti con passione e qualità".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE