Cerca

L'editoriale

Giudice Sportivo: il pugno di Montevago a Fazzini resta impunito

La decisione dell'arbitro solleva perplessità ed il comunicato del Giudice Sportivo si attiene al referto del direttore di gara. Ma ci sono le immagini televisive e questo "buco" lascia davvero basiti

30 Novembre 2021

Fermo immagine

Un fermo immagine (©Sportitalia)

Se quanto accaduto in Sampdoria - Empoli di Primavera 1 ha avuto dell'incredibile, l'epilogo della querelle lascia ancor più perplessi. A dieci minuti dal termine del match, con i blucerchiati avanti di due reti, Daniele Montevago sferra un pugno sul volto di Jacopo Fazzini, che fortunatamente non riporta conseguenze gravi. La panchina toscana scatta in piedi, allora arriva il direttore di gara, il signor Gauzolino di Torino, che tira fuori il cartellino... Giallo. Una decisione assurda, considerando soprattutto la presenza di guardalinee, quarto uomo e dello stesso arbitro che ha assistito alla scena. Il comunicato del Giudice Sportivo sanziona il calciatore della Sampdoria con un'ammonizione attenendosi al referto dell'arbitro con il bruttissimo gesto di Montevago che resta dunque impunito. A parte il fatto che la disparità nei giudizi è eloquente, pensando alle tre giornate di squalifica per Hasic del Lecce, reo di "avere colpito con una manata al volto un calciatore avversario", ma anche alle quattro di Morichelli e alle tre di Satriano dopo il leggerissimo testa a testa tra i due, che in confronto al pugno di Montevago è praticamente nulla. E dunque, dicevamo, il Giudice Sportivo ha svolto il proprio lavoro, attenendosi come da regolamento al referto arbitrale. Questo "buco" lascia però francamente basiti, anche perché si tratta sempre e comunque di Primavera, un campionato giocato da diciottenni in cui l'educazione ed il rispetto dovrebbero venire, ancora, prima di tutto. Un buco che, tra le altre cose, potrebbe essere tranquillamente riempito dalla prova tv, qualora ce ne fosse il bisogno, considerando che il campionato viene interamente trasmesso su Sportitalia. E data la discriminante che per usare la prova tv bisogna avere le immagini di ogni gara, anche questo problema è di conseguenza superato riprendendo Sportitalia tutte le partite di Primavera 1. Insomma, in questo lavarsene le mani generale tipicamente italiano, si è persa un'altra occasione per dimostrare con i fatti, e non solo con le parole, che l'educazione viene prima di tutto e bla bla bla.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni