Cerca

Girone A

Il Torino ha la meglio nella Capitale. Roma ancora a +7 sui granata secondi

Primo tempo terribile da parte dei giallorossi che nella ripresa si rilanciano ma non riescono ad evitare il ko

27 Aprile 2022

27a GIORNATA - 24 aprile 2022

Roma 3 - 4 Torino
Ciuferri, a segno (Foto Torrisi)

Ciuferri, a segno (Foto Torrisi)

ROMA Baldi 5, L. D'Alessio 6, Chesti 6, Karagiorgis 5, Falasca 5.5, Di Bartolo 5 (1'st Liburdi 6), Verrengia 5 (1'st Ciuferri 7), Vetkal 5, F. D'Alessio 7, Joao Costa 5 (1'st Mbunya 7), Koffi 5.5 (33'st Misitano 6.5) PANCHINA Del Bello, Ienco, Mancini, Graziani, Ruggiero ALLENATORE Scurto

TORINO Sattin 6, Rettore 6.5, Giorcelli 6.5, Bura 5.5, Gregori 5.5, D'Agostino 7.5, Azizi 6, Bonelli 7 (21'st Barracane 6), Vaiarelli 7, Ansah 7.5 (29'st Capac 6), Palade 6.5 (29'st Nardella) PANCHINA Mora (GK), Taouri, Cesari, Losio, Fragomeni, Dalla Vecchia ALLENATORE Asta

MARCATORI Ansah 12'pt e 35'pt (T), Bonelli 15'pt (T), F. D'Alessio 22'pt (R), D'Agostino 23'pt (T), Ciuferri 8'st (R), Mbunya 43'st (R)
ARBITRO Leone di Barletta, 5 ASSISTENTI Colaianni di Bari e Cataneo di Foggia
NOTE Espulsi Al 49'st L. D'Alessio (R) Ammoniti Giorcelli Angoli 7-8

A Trigoria la Roma rimedia la quinta sconfitta stagionale per mano di un Torino bravissimo a sfruttare le occasioni da gol confezionate. I giallorossi pagano un primo tempo decisamente sotto tono in cui i granata sono riusciti a prevalere con veemenza. Nella ripresa la reazione dell'undici di Scurto non è bastata per evitare la sconfitta. Poco prima del quarto d’ora, alla prima chance granata, i ragazzi di Asta confezionano subito il vantaggio: gran giocata di Vaiarelli che innesca Ansah. Il numero 11 controlla e senza alcuna opposizione batte Baldi. La Roma tenta la timida reazione, ma il Torino si riporta presto dalle parti di Baldi ed è 0-2: l’appoggio di Gregori per Bonelli spacca in due la difesa giallorossa che, completamente immobile, subisce il raddoppio. Partita comunque vivace, disordinata ma per certi versi divertente che vede le due squadre creare un’occasione dopo l’altra. Alla formazione di Scurto manca sempre la lucidità nell’ultimo passaggio. Al 17’ sul piede di Di Bartolo arriva un pallone decisamente invitante, ma l’ex Totti Soccer School non centra lo specchio da ottima posizione. La Roma aumenta i giri e la difesa ospite si lascia sorprendere dall’inserimento centrale di Francesco D’Alessio che taglia in due la retroguardia di Asta, si presenta davanti a Sattin e accorcia le distanze. La Roma prende coraggio, ma 60’’ più tardi il Torino cala il tris: Vaiarelli fa quello che vuole tra le maglie della difesa capitolina, poi serve D’Agostino che scarica alle spalle di Baldi il gol che vale l’1-3. A dieci dal duplice fischio la capolista crolla inesorabilmente: sul corner da sinistra di D’Agostino, Ansah anticipa tutti sul primo palo e di testa scavalca Baldi. Tracollo Roma. All’intervallo mister Scurto prova a scuotere i suoi: fuori Verrengia, Di Bartolo e Joao Costa, dentro Mbunya, Liburdi e Ciuferri. Proprio l’ex Lodigiani realizza il secondo gol giallorosso con uno splendido mancino a girare da fuori area che non lascia scampo a Sattin. Proprio quando la Roma sembrava lanciata verso la rimonta, l’impeto giallorosso svanisce con il passare dei minuti. Il tecnico Asta inserisce Barracane, passa alla difesa a cinque e ingabbia gli attaccanti romanisti. Alla mezz’ora i granata vanno persino vicini al pokerissimo. L’uscita con i piedi di Baldi consegna il pallone a D’Agostino che da trenta metri centra la porta, fortunatamente per Scurto c’è Chesti a salvare sulla linea. A cinque dalla fine Vetkal si guadagna un calcio di punizione dai venti metri. Della battuta s’incarica Falasca, è la sua mattonella e la trasformazione è perfetta. Il pallone si stampa preciso sull’incrocio dei pali e nega la gioia al capitano della Roma. Subito dopo Francesco D’Alesso prova a piazzare, Sattin è battuto ma la sfera sibila il palo di sinistra. Dopo le due clamorose occasioni sfumate per i giallorossi, sembra finita. E invece l’intelligente palla di Falasca all’indietro per Mbunya mette l’ex Cambridge United nelle migliori condizioni per battere a rete. Il destro del numero 19 viene deviato da Giorcelli e termina la sua corsa in fondo al sacco. Nel recupero la Roma proteste per un fallo di mano in area granata ma per il direttore di gara è tutto regolare. Dopo quattro minuti di extratime e gli ultimi assalti giallorossi arriva il triplice fischio dell'arbitro. Nel finale un pizzico di tensione tra le due squadre che il tecnico Antonino Asta non ha certo contribuito a spegnere. Con intelligenza e sportività ci ha pensato allora il resto dello staff granata a mettere fine alle discussioni. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE