Cerca

LA FINALE

Trionfo della Vigor Perconti contro la Romulea: blaugrana campioni!

Atto di forza della corazzata di Persia che si impone nell'ultimo atto: decidono nel primo tempo Capparella, Scaccia e Merola

25 Maggio 2022

4a GIORNATA - 25 maggio 2022

Romulea 0 - 3 Vigor Perconti
Vigor Perconti - Under 19 - ©photosportroma

La Vigor Perconti esulta contro la Romulea ©photosportroma

Tanti approfondimenti, le pagelle giocatore per giocatore e le parole dei protagonisti, sull'edizione cartacea di Gazzetta Regionale, in edicola e online lunedì 30 maggio!


ROMULEA
Mancini, Gasbarra (45'pt Barchiesi) Faccenna (37'st Stilli), Corradini (19'st Castelli), De Petris, Rombolà, Bonesi, Mascia, D'Andrea (30'st Fiori), Du Besse, Bizzoni (24'st Di Santo) PANCHINA Peppoloni, Del Bono, Mirra, Riva ALLENATORE Rubenni
VIGOR PERCONTI Corriere, Merola, Fofana, Fiorini (34'st Staffa) Sablone, Scaccia (42'st Mascolo) Capparella (11'st Zarola), Grimaldi, Costantini (27'st Kone) Compagnucci, Orlandi (37'st Nardoni) PANCHINA F.Iurgens, M.Iurgens Flavoni, Labozzetta ALLENATORE Persia
MARCATORI Capparella 26'pt, Scaccia 39'pt rig., Merola 44'pt
ARBITRO Igliozzi di Roma 1 ASSISTENTI Camilli di Roma 1 e Neroni di Ciampino 
NOTE Ammoniti Barchiesi, Merola, Mascia, Kone Angoli 3-2 Fuorigioco 0-1 Rec. 1'pt, 4'st

Il primo passo verso il triplete? Chissà, sicuramente domenica ne avremo notizia certa. Senza dubbio è una rivincita compiuta quella della Vigor Perconti, perché se in campo vanno gruppi ed allenatori diversi, a sfidarsi è l'eterno blasone dei club e la Vigor Perconti aspettava questo momento, in questa categoria, da tre lunghissimi anni. La società di via Grotta di Gregn si prende anche la rivincita con un campo, il Pio XII di Albano, che gli tolse a pochi minuti dal termine il titolo regionale, poi vinto ai rigori dal Tor di Quinto. È il ritorno di Andrea Persia sul tetto del Lazio, lui che portò il marchio della Vigor Perconti in cima all'Italia. Quest'estate non avrà questa opportunità con il tricolore che, nonostante tutto, rimarrà sulle maglie della Romulea, ultima squadra prima della sciagura rinominata Covid 19 a conquistare lo scudetto. 


C'è solo la Vigor Perconti Ci vuole un po' prima di veder andare le gambe al massimo sull'erba naturale di Albano, ma la formazione di Persia approccia alla finale con la testa che serve per vincerla. Il tecnico rossoblù sorprende tutti, forse anche Rubenni, variando uomini e modulo rispetto a quanto visto in stagione: difesa a 3 davanti a Corriere, Kone in panchina e Costantini al centro dell'attacco sorretto da Orlandi e Grimaldi. Compagnucci è il solito artista, Sablone si è completamente ristabilito (anche se gioca in difesa) Fiorini, Fofana e Merola rappresentano una garanzia, Scaccia regala qualità e quantità, Orlandi e Grimaldi e sono le variabili impazzite.  Prima palla gol al 14', con Sablone che di testa colpisce l'esterno della rete. Sembra un avvertimento. La Perconti controlla palla e colpisce al 26': Grimaldi spedisce in verticale Capparella che scavalca Mancini in uscita con un gran pallonetto. Il gol regala ancora più sostanza alle certezze della Vigor Perconti, un po' come visto contro la Tor Tre Teste. Capparella, che si presentava al match con i gradi di nemico pubblico numero 1, si conferma tale e al 29' scappa alla difesa amaranto oro: rigore. Dal dischetto Scaccia la spara sotto l'incrocio dei pali, 0-2. Il raddoppio piega le gambe alla Romulea ed esalta il valore della Perconti. Sull'ennesima progressione di Capparella arriva il terzo gol che è un po' l'emblema del primo tempo: tiro deviato, Mancini la combina grossa e Merola insacca a porta sguarnita. 


La Romulea si accende, ma... Amaranto oro che con la forza dell'orgoglio provano a rialzare la testa, ma sbattono su una Perconti messa in campo ottimamente. I rossoblù perdono però il migliore in campo all'11': Capparella ha qualcosa che non va ed al suo posto entra Zarola. La squadra di Rubenni alza ovviamente il baricentro, ma si espone alle ripartenze della Perconti che al 16' con Costantini va vicina al poker con il Cobra Costantini che incrocia col sinistro e spedisce fuori. Fuori anche Corradini, al 19', e dentro Castelli per una Romulea che tenta il tutto per tutto facendo poi entrare anche Di Santo. Di conclusioni verso la porta, però, fino alla mezzora non ne arrivano: la Perconti non ha alcun bisogno di sbilanciarsi, la Romulea continua a fare faticare tremendamente. Ci vuole uno spunto personale per scuotersi ed è quello che fa Di Santo al 31': il numero 11 si accende ai venti metri, punta la porta e dal limite calcia col destro sfiorando il palo. Sfiora il poker (36') la Perconti con Sablone che si dimostra uomo abile alla copertura e meno all'attacco. Un errore che non macchia però la sua prestazione che, come quella di tutti i compagni, ha rasentato la perfezione. Non ci sarà la corsa al tricolore, è vero, e questa Vigor Perconti l'avrebbe ampiamente meritata. Ma è comunque tornato il momento di festeggiare: la Vigor Perconti è di nuovo la squadra più forte del Lazio. 


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

# Squadra Punti G V N P GF GS

EDICOLA DIGITALE