Cerca

Semifinale

Le pagelle di Roma-SPAL: Francesco D’Alessio e Abati i migliori

Il centrocampista giallorosso entra all’intervallo e cambia il volto della formazione di Scurto. Il portiere estense è decisivo in più occasioni

16 Giugno 2022

Francesco D’Alessio in azione

Francesco D’Alessio in azione (Foto ©De Cesaris)

In Semifinale Scudetto la SPAL di Massimo Pedriali vince per 1-0 grazie al rigore di Puletto e vola all’ultimo atto. Di seguito le pagelle del match.

ROMA

Baldi 6 Insicuro con i piedi, non riesce a fornire supporto ai due centrali in impostazione. Para tutto il parabile, eccetto il calcio di rigore

L. D’Alessio 6.5 Nel primo tempo affonda solo una volta, nella ripresa intensifica le sue giocate ma senza riuscire a trovare quella vincente

Falasca 5.5 Prestazione decisamente al di sotto delle sue possibilità, considerando soprattutto gli standard a cui ha abituato 

Pellegrini 5.5 Soffre in marcatura su Boccia, insieme a Chesti non riesce a infondere solidità al reparto difensivo

Chesti 5.5 Stesso discorso di Pellegrini. Qualche indecisione e un paio di sortite offensive in più rispetto al collega di reparto, ma il voto è lo stesso

Vetkal 5.5 Lotta, corre e si dà da fare, ma non riesce ad orchestrare con convinzione le manovre giallorosse che passano per i suoi piedi

Ciuferri 5.5 Non riesce mai a trovare la giusta posizione in campo. Forse non al meglio della condizione, viene sostituito all’intervallo

IL MIGLIORE Dal 1’st F. D’Alessio 7 Il grande assente nell’’undici titolare. La sua assenza in mezzo al campo si fa sentire. Nella ripresa la Roma cambia marcia anche e soprattutto grazie alle sue giocate. In proprio o in versione assistman, sfiora il pari in diverse circostanze

Pisilli 5.5 Anche lui, come Ciuferri, non era forse al top della condizione. Molto meno lucido del solito, non riesce ad infondere la solita qualità al centrocampo romanista

Dal 28’st Misitano 6 Gettato nella mischia per il forcing finale, non riesce a trovare la stoccata vincente

Pagano 5 Da uno come lui - soprattutto dopo un anno in Primavera - ci si aspettava un contributo maggiore, ma non è arrivato

Dal 37’st Liburdi sv 

Cherubini 5.5 Rispetto a Pagano sembra più voglioso, ma non troppo più lucido nelle scelte

Joao Costa 6 Inizia con un erroraccio che rischia di pagare caro, poi sale di rendimento. Sembra essere l’unico in grado a dare la svolta, ma spesso è troppo egoista

Dal 1’st Koffi 5.5 Inserito all’intervallo, inizia bene mettendo in apprensione la retroguardia giallorossa, poi la sua prova si appiattisce nel momento di maggior bisogno

ALLENATORE Scurto 5 Nel primo tempo la sua Roma regala tanto spazio alla SPAL e non riesce ad ovviare alla situazione. Nella ripresa il forcing finale non sortisce gli effetti sperati. Forse alcuni cambi potevano essere effettuati prima

SPAL

IL MIGLIORE Abati 7.5 Decisivo e provvidenziale in almeno tre occasioni, se la SPAL va a giocarsi la finale Scudetto il merito è anche e soprattutto suo

Cavallini 6.5 Non spinge tantissimo, ma in copertura svolge un ottimo lavoro arginando le manovre giallorosse

Dal 28’st Zuccherato 6 Gettato nella mischia in un momento delicatissimo della gara, lotta e corre fino alla fine 

Saiani 6 Sfiora il gol in apertura, poi soffre tantissimo l’asse Leonardo D’Alessio-Joao Costa riuscendo comunque ad evitare i danni in qualche modo

Dal 14’st Valdesi 6 Mister Pedriali lo inserisce in una fase complicata, ma lui risponde presente facendo densità nel proprio settore di competenza 

Contiliano 6.5 Più mediano che regista, fa legna in mezzo al campo vincendo la maggior parte dei duelli

Abdalla 7 Prestazione importantissima del difensore centrale che, se pur con qualche sbavatura tecnica, protegge al meglio la propria area

Gobbo 7 Insieme a Abdalla svolge un lavoro egregio in copertura salvando, nel primo tempo, almeno due reti

Dal 28’st Parravicini 6 Entra nel finale contribuendo a mantenere il possesso del pallone 

Dell’Aquila 6.5 L’ex Tor Tre Teste è un pericolo costante per Falasca nel primo tempo. Nella ripresa si accende solo a sprazzi

Martini 6.5 Nella prima frazione dà sfogo alle sue qualità, mentre nel secondo tempo si preoccupa soprattutto di difendere campo e spazi

Boccia 7 Mette stazza e fisicità al servizio della squadra vincendo la maggior parte dei duelli con Chesti e Pellegrini. Si guadagna il calcio di rigore decisivo

Puletto 7 Segna il penalty che porta la SPAL in finale Scudetto. Pericolo costante del fronte offensivo estense

Dal 14’st Chillemi 6.5 Tiene impegnata la difesa giallorossa nell’ultima mezz’ora sfiorando anche il raddoppio

Semenza 6.5 Contribuisce alla vittoria dei suoi rappresentando, insieme a Dell’Aquila & Co., una preoccupazione costante per la difesa capitolina

ALLENATORE Pedriali 7 Nel primo tempo la sua SPAL domina il campo sfruttando al meglio gli spazi concessi dai giallorossi. Nella ripresa i suoi soffrono, ma resistono ed esultano a fine gara 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE