Cerca

Semifinale

Le pagelle di Roma-Inter: Misitano il migliore dei suoi, Stabile insuperabile

Il bomber giallorosso raggiunge quota venti gol stagionali: prestazione super del centrale difensivo nerazzurro

20 Giugno 2022

Graziani, Misitano e Marazzotti

Graziani, Misitano e Marazzotti (Foto ©De Cesaris)

Ieri allo Stadio Cino e Lillo Del Duca di Ascoli l'Inter si è imposta per 2-1 sulla Roma strappando il pass per la finale Scudetto. Di seguito le pagelle del match. 

ROMA

Razumejevs 6 Infonde grande sicurezza al reparto con le sue uscite alte, para tutto il parabile (e qualcosa in più) peccando qualche volta di precisione nel gioco con i piedi. 
Cavacchioli 6 Inizia alternando buone giocate ad un paio di indecisioni. Poi cresce con il passare dei minuti fino ad uscire, stremato, a dieci minuti dalla fine
Dal 34’st Cichella sv
Ienco 5.5 Parte da terzino sinistro e conclude da difensore centrale. Sulla corsia spinge sempre, ma a volte s'intestardisce perdendo qualche pallone di troppo
Ivkovic 5 Dopo l'ottima prestazione contro la Fiorentina, forse la sua peggior prestazione da quando è a Roma. Regala all'Inter il 2-0 al terzo errore consecutivo. Gioca solo a muro o in orizzontale e fa poco da schermo davanti alla difesa non riuscendo a contrastare la qualità dei nerazzurri
Touadi 6 Ha a che fare con un cliente scomodissimo - Martins - ma nonostante qualche incertezza iniziale poi prende le misure disputando, tutto sommato, una semifinale nella sufficienza
Dal 16’st Bouah 6 Entra con il piglio giusto per l'ultima mezz'ora: a schemi ormai saltati, percorre la fascia di sinistra a più riprese senza però riuscire ad incidere
Boldrini 6.5 Dà vita ad un bellissimo duello con Francesco Pio Esposito: prende presto le misure al bomber nerazzurro sovrastandolo in più di una circostanza
Dal 16’st Plaia 6 Subentra ad uno stanchissimo Boldrini sistemandosi al fianco di Ienco per l'ultima mezz'ora della semifinale Scudetto
Joao Costa 6 Rappresenta un potenziale pericolo costante per la retroguardia nerazzurra: come sempre, alterna spunti eccellenti ad altre giocate sin troppo egoistiche. Premesso ciò, forse sarebbe dovuto rimanere in campo per un altro po'.
Dal 16’st Mannini 6 Dopo aver trascinato in finale l'Under 16, prova a dare la scossa anche da sotto età. Parte in zona offensiva, poi Ciaralli è costretto ad abbassarlo da terzino destro dopo l'uscita di Cavacchioli.
Marazzotti 6.5 Altra prestazione importante per un giocatore dalle spiccate qualità tecniche, tattiche e atletiche. Crea numerosi grattacapi a centrocampo e difesa avversari che raramente riescono a prendergli le misure
Dal 34’st Polletta sv
IL MIGLIORE Misitano 7 Altro giro, altra corsa, altra firma. Il bomber segna anche in semifinale concludendo al meglio una splendida giocata - individuale e allo stesso tempo collettiva - con forza, determinazione e qualità. La prova di ieri conferma la grandissima crescita di cui si è reso protagonista in questa stagione
Graziani 6.5 A volte sembra un po' troppo nervoso, ma la voglia di incidere - per uno abituato a decidere le gare importanti - era tanta. Stavolta non ci riesce, ma la qualità delle sue giocate è sempre elevatissima
Dal 40’st De Angelis sv
Bolzan 5.5 Purtroppo non conclude la stagione in crescita, anzi. Dopo la prova opaca con la Fiorentina - gol a parte - viene arginato dalla difesa nerazzurra senza riuscire a creare troppi pericoli. Da uno come lui ci si aspettava qualcosa in più 
ALLENATORE Ciaralli 6 Impossibile dare l'insufficienza al tecnico della Roma. Sia per quanto di bello fatto durante l'anno, sia perché la superiorità nerazzurra sulla carta non si è poi vista così tanto sul campo. Anzi.

INTER
Calligaris 7
Decisivo in almeno tre occasioni, la conquista del pass per la finale Scudetto porta anche e soprattutto il suo nome
Aidoo 6.5 Pendolino dalle energie inesauribili, difende e attacca con costanza per tutto l'arco del match
Dal 32’st Miconi sv
Motta 6 Soffre le scorribande di Joao Costa quando l'esterno giallorosso accelera, ma tutto sommato riesce in qualche modo a limitare i danni
Dal 27’st Castegnaro 6 Entra nel delicato ultimo quarto d'ora difendendo con ordine e proteggendo la propria zona
Stankovic 6.5 Capitano e anima di questa squadra. Ha doti tecniche superiori alla media e le sfoggia tutte nell'assist da calcio d'angolo in occasione del primo gol firmato Bovo
Stante 7 Insieme a Stabile alza un muro quasi invalicabile davanti a Calligaris: dominante nel gioco aereo e sulle palle sporche
IL MIGLIORE Stabile 7.5 Senza dubbio il migliore dell'Inter e di tutta la partita. Supporta Stante al meglio e dà vita ad uno splendido duello con Misitano. Senza di lui, probabilmente, sarebbe finita in modo ben diverso
Bovo 7 Parte da sinistra ma svaria tra centrocampo e attacco non dando troppi punti di riferimento. Ha il merito di trovare con puntualità l'appuntamento col pallone che vale l'1-0
Dal 27’st Ciuffo 6 Entra nel finale toccando pochi palloni. Si preoccupa soprattutto della fase difensiva negli ultimi minuti di forcing giallorosso
Di Maggio 7 Non emerge come è abituato, ma nei momenti decisivi c'è sempre: suo il gol del decisivo 2-0 in cui si fa trovare prontissimo sulla palla persa da Ivkovic. 
Dal 20’st Berenbruch 6 Sostituisce uno stremato Di Maggio supportando il reparto offensivo nella seconda metà della ripresa
Esposito 6.5 Nella prima mezz'ora arriva su ogni pallone giocandolo sempre con spiccata qualità ed intelligenza. Con il passare dei minuti cala e non riesce a pungere, ma è un pericolo costante per la difesa giallorossa. E soprattutto un profilo da tenere sotto stretta osservazione in vista del futuro
Quieto 6 Tra le linee dà abbastanza fastidio alla difesa romanista ed in particolar modo a Ivkovic, che se lo ritrova sempre alle spalle. Nonostante questo non incide troppo nella gara
Dal 32’st Tamiozzo sv
Martins 6 Fa faticare Touadi, soprattutto nei primi minuti, ma poi il centrale di Ciaralli gli prende le giuste contromisure. La sua rapidità è un fattore, bravo nel soffiare ad Ivkovic il pallone del 2-0, ma spreca tante, troppe, chance in contropiede per chiudere la contesa
Dal 20’st Ricordi 6 Subentra a Martins per l'ultima mezz'ora: tiene il pallone con intelligenza e sfiora il tris nel finale
ALLENATORE Polenghi 7 La sua Inter è potenzialmente un'armata e lo ha dimostrato, soprattutto nella prima mezz'ora. Da lì in avanti gestisce il vantaggio, anche se rischiando un po' troppo. Probabilmente salirà sul tetto d'Italia al termine di una grandissima stagione e con una squadra molto importante

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE