Cerca

organigramma

Rieti, scelto Mpasinkatu: sarà lui il nuovo ds

Nato in Congo, ma cuneese d'adozione, il nuovo dirigente amarantoceleste vanta numerose collaborazioni anche in tv

20 Luglio 2018

Malù Mpasinkatu

Malù Mpasinkatu

Malù Mpasinkatu

Il Rieti rende noto di aver affidato il ruolo di direttore sportivo a Malù Mpasinkatu. Nato a Kinshasa (Rep. Dem. Congo) il 14 agoato 1976, Malù Mpasinkatu è un piemontese d'adozione, cresciuto a Mondovì - nel cuneese - ma attualmente vive stabilmente a Torino. E' in Italia ormai da quasi 40 anni e da un punto di vista professionale, dopo una primissima esperienza come talent scout per Torino e Juventus, nel 2004 si diploma al Centro Tecnico Federale di Coverciano diventando il primo direttore sportivo africano in Italia, definito simpaticamente da alcuni suoi colleghi "il Balotelli dei diesse”. Tra i corsisti che hanno tenuto a “battesimo” Malù, l’ex diesse di Roma e Fiorentina Daniele Pradè e Gianluca Nani, ex direttore sportivo di Brescia e Watford ed ex consulente di mercato di West Ham e Lazio. La sua carriera professionale si svolge principalmente all’estero: nel 2002 la sua primissima esperienza nell’Al-Ittihad Tripoli (serie A libica), la società appartenente all’allora leader libico Mu’ammar Gheddafi. Nel 2007 diventa responsabile di mercato estero del Cesena (B), poi nel quadriennio 2008-2012 viene nominato direttore sportivo della nazionale del Congo, ma con una parentesi bulgara come diesse del Klub Botev Plovdiv (2009) e quella datata 2010/2011 a Catanzaro, in serie C. In terra calabrese, però, Mpasinkatu deve registrare un’esperienza poco felice, a causa di una gestione societaria particolarmente difficoltosa, ma nonostante ciò “di Catanzaro conservo un ricordo indelebile perché città e tifosi mi sono sempre stati accanto”. Opinionista televisivo, Malù Mpasinkatu vanta cinque mondiali di altissimo livello: nel 2002 era commentatore ed esperto di calcio africano per La7, nel 2006 – quello che ha consacrato la nazionale italiana – ha ricoperto lo stesso ruolo per Sky Sport e lo stesso è accaduto quattro anni dopo quando il mondiale fece tappa in Sudafrica (2010). Nel 2014 è toccato a RaiSport godere delle sue conoscenze, mentre nell’ultimo mondiale russo ha collaborato con Mediaset. Vanta partecipazioni anche su Eurosport come massimo esperto di calcio africano durante lo svolgimento della Coppa d’Africa e ultimamente è stato ospite assiduo su Sportitalia.  “Sono contento di aver sposato questo nuovo progetto – ammette Malù Mpasinkatu – Il “taglio” prettamente internazionale che gli ha voluto dare la società, sembra fare al caso mio: ringrazio per questo, il presidente Gianluca Marini e la proprietà per avermi dato l’opportunità di cimentarmi in un’esperienza dalla quale spero di poter ottenere il massimo e consentire al Rieti di imporsi nel calcio professionistico”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE