Cerca

organigramma

Rieti: le giovanili nelle mani di Gianfranco Mancini

Il club amarantoceleste ha ufficializzato il nuovo responsabile del vivaio: "C'è da ricostruire da zero una serie di situazioni"

07 Agosto 2018

Mancini è il nuovo responsabile del vivaio del Rieti

Mancini è il nuovo responsabile del vivaio del Rieti

Mancini è il nuovo responsabile del vivaio del Rieti

Il Rieti è pronto a ripartire. Non solo prima squadra però, perchè il club biancoceleste con l'approdo in Serie C si sta preparando a ricostruire anche il proprio settore giovanile. Incaricato di un compito a dir poco delicato è Gianfranco Mancini. Appena ufficializzato dalla società, è un allenatore professionista da 13 anni. Nell'ultima stagione è stato a Bisceglie dove, arrivato per gestire il vivaio, ha chiuso la stagione guidando la prima squadra in Serie C piazzandosi all'undicesimo posto, ad un solo punto dai playoff. In passato Mancini ha ricoperto anche il ruolo di responsabile tecnico dell'Udinese per l'area del centro-sud e di responsabile del settore giovanile della Spal. Esperienze anche con le Nazionali Giovanili di Lega Pro e nelle vesti di Osservatore per il Torino calcio, da allenatore ha diretto squadre come Carpi, Centese e Boca San Lazzaro.


Lo stesso Mancini ha rilasciato le sue prime dichiarazioni sui canali ufficiali della società: “Ho scelto Rieti perché a me piacciono le sfide. C’è da ricostruire da zero una serie di situazioni, ma il progetto è importante e soprattutto interessante perché la prerogativa principale del club è quella di puntare sui giovani da valorizzare e questo ci consentirà di avere molti punti di contatto tra la prima squadra e le categorie inferiori. Lo scorso anno a Bisceglie mi sono ritrovato in una situazione analoga e alla fine della stagione ben 4 elementi del vivaio hanno esordito in serie C. Coi giovani serve coraggio – conclude Mancini – una prerogativa che di questi tempi è difficile riscontrare perché sono poche le società disposte a sacrificare il risultato istantaneo in favore di una programmazione a media-lunga scadenza”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE