Cerca

Serie C

Partito il progetto della Lega Pro "Il pallone d'Italia"

Ha preso il via a Torino l'iniziativa in 6 tappe promossa assieme all'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

04 Febbraio 2019

"Il Pallone d'Italia" al via a Torino

"Il Pallone d'Italia" al via a Torino

"Il Pallone d'Italia" al via a Torino

“Il 4 febbraio  una data che si può definire di svolta. A Torino è partito un nuovo progetto della Lega Pro con l’Osservatorio per le Manifestazioni sportive “ll pallone d’Italia” e un nuovo modello di condivisione e di gestione dell’evento partita”. A parlare è Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro. 

“Siamo alla svolta concreta – aggiunge Ghirelli- i club diventano i soggetti della responsabilita’ diretta con la crescita della figura dello SLO, che è stato definito come il telaio di una bicicletta, asse portante della vita di un club e della relazione con la sua tifoseria.

L’ obiettivo è promuovere un confronto aperto tra le Istituzioni della pubblica sicurezza, i nostri club e il mondo sportivo per approfondire le tematiche di sicurezza e di gestione delle partite di calcio”.

“Ci aspettiamo che al termine di questo percorso in 6 tappe - dichiara Daniela Stradiotto, Presidente Osservatorio per le Manifestazioni sportive - la sicurezza possa essere percepita come un investimento e non come un costo”. 

Le giornate di confronto si svolgono con tutti i club di Lega Pro, suddivisi per aree geografiche. Le prossime tappe saranno:  Milano (18 febbraio), Perugia (25 febbraio), Napoli (11 marzo), Reggio Calabria (18 marzo) e Bologna (25 marzo).

Il prof. Nicola Ferrigni

Le 4 aree tematiche oggetto del confronto dei tavoli di lavoro nel pomeriggio sono: il ruolo del Supporter Liaison Officer (SLO), differenza con lo steward e l’impiego in campo; l’istituto del gradimento con le procedure applicative; lo stadio: proprietà, accoglienza e comfort; la partita: organizzazione dell’evento e delle trasferte dei tifosi. I lavori faranno parte di un documento delle best practice da diffondere come nuovo modello di gestione. Sul tema dello SLO è intervenuto anche il prof. Nicola Ferrigni sociologo esperto di sport e sicurezza, soprattutto nei contesti a elevato rischio sociale come lo stadio, da molti anni collaboratore in qualità di "esperto" dellosservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive: "Uno dei temi centrali è quello dello SLO, a conferma della sensibilità che l'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive ha sempre avuto nei confronti di questa figura, e che da parte mia considero come cruciale per la costruzione di una reale cultura della sicurezza".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE