Cerca

Focus

Roma, quanti giovani! Esordio per Boer e Bamba. Primo gol di Milanese

In Bulgaria la formazione capitolina si presenta con una linea verdissima. Il fantasista ex Scuola Calcio Fabrizio Miccoli trova la prima rete in maglia giallorossa

10 Dicembre 2020

Tommaso Milanese

Tommaso Milanese (Foto ©De Cesaris)

La centralità del settore giovanile nel nuovo progetto targato Friedkin è stata ben evidente sin dai primi giorni di questa stagione. Con il passare del tempo e delle gare, complice anche la sospensione del campionato di Primavera 1, la Roma sta sfoggiando i migliori talenti cresciuti nel proprio vivaio. L’undici titolare schierato Paulo Fonseca questa sera è il secondo più giovane (24 anni, 318 giorni) impiegato dai giallorossi nella loro storia in Coppa Uefa/Europa League. Ad una settimana dalla splendida notte di Riccardo Calafiori contro lo Young Boys, il tecnico portoghese ha mandato in campo dal primo minuto Pietro Boer, Mory Bamba e Tommaso Milanese. Senza dimenticare l’ingresso di Filippo Tripi, che aveva già esordito nella serata di Cluj qualche settimana fa.

Pietro Boer: tre gol subiti che non scalfiscono una gara da sogno
Per trovare l’esordio di altro un portiere della Primavera con la prima squadra della Roma bisogna tornare al 2004 quando in un Roma-Parma fece il suo debutto Gianluca Curci. A lanciarlo dal primo minuto fu Luigi Delneri, costretto a far fronte agli infortuni di Pellizzoli e Zotti. Quell’anno, tra le altre cose, Curci riuscì a centrare lo Scudetto con la Primavera guidata da Alberto De Rossi, lo stesso tecnico di Pietro Boer. A 18 anni e 212 giorni, l’estremo difensore originario di Mestre diventa il secondo portiere esordiente più giovane a scendere in campo in gare ufficiali con la Roma, secondo solo ad Angelo Peruzzi (17 anni e 300 giorni) che debuttò in Serie A il 13 dicembre 1987. Non inizia al meglio la serata bulgara per l’ex Venezia che al 5’, complice le gambe dei difensori giallorossi che oscurano la visuale, non riesce ad intercettare la conclusione radente di Rodrigues. Poco più tardi subisce anche il 2-1 a tu per tu con Sowe, decisivo l’errore di Diawara in impostazione. Così come la leggerezza di Fazio ad inizio ripresa che permette a Sowe di presentarsi ancora una volta davanti a Boer. Il portiere giallorosso può davvero poco, 3-1. Tre reti incassate che non rovinano una notte da sogno per il giovane giallorosso, alla prima da titolare in prima squadra. 

Mory Bamba: dalla Vigor Perconti all'Europa League
Schierato da Fonseca sulla fascia sinistra assicura la giusta dose di copertura nonostante nella sua giovane carriera abbia ricoperto ruoli perlopiù offensivi. Contiene senza troppi problemi le scorribande di Yomov ma allo stesso tempo riesce a fornire il proprio supporto alle sortite degli uomini di Fonseca. Una grandissima soddisfazione per l’ivoriano cresciuto nel settore giovanile della Vigor Perconti che, almeno fino a questo momento, ha collezionato più minuti con la prima squadra che con la Primavera di Alberto De Rossi. Una soddisfazione ancora maggiore se consideriamo che, diversamente dai suoi compagni, Bamba è stato schierato titolare alla prima convocazione tra i grandi, di solito inusuale in casa Roma.

Tommaso Milanese: la terza gara in prima squadra, un gol da attaccante puro ed una prestazione da veterano
Dopo l’esordio del 5 novembre allo Stadio Olimpico, condito dall’assist per Pedro, e l’ingresso in campo in casa del Cluj, Paulo Fonseca ha dato ancora fiducia al gioiellino proveniente dalla Scuola Calcio Fabrizio Miccoli schierandolo dal primo minuto. Il classe 2002 mette in mostra ancora una volta le sue grandi doti con un’ottima prestazione sotto tutti i punti di vista. Al 22’, su assist di Borja Mayoral, mette a segno la rete del pari con un gol da calcetto: stop di coscia e piattone destro rapidissimo che non lascia scampo a Busatto. Sempre preciso e propositivo in fase offensiva (ne sa qualcosa proprio Borja Mayoral, imbeccato alla perfezione ad inizio secondo tempo, spagnolo murato al momento del tiro), ordinato e pulito durante il recupero del possesso. Questa sera Milanese ha dato l’idea di non essere un giocatore della Primavera. Il giovane fantasista sta giovando anche dei continui allenamenti svolti con la prima squadra già dalla scorsa stagione. Lascia il campo al 61’ per far posto a Villar con la consapevolezza di esser stato il migliore in campo per la Roma.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni