Cerca

Focus

Verso il derby: come arriva la Lazio di Marco Alboni?

Sei punti nelle prime due giornate conquistati con fatica, se pur meritatamente. Domenica il grande appuntamento

20 Aprile 2021

Abbraccio Lazio

Lazio, pronta per il derby (Foto ©Cippitelli)

Domenica il grande appuntamento. La Lazio affronta i pari età della Roma, uno dei gruppi più forti visti a Trigoria negli ultimi anni. Servirà una partita perfetta, di quelle che non lascino nulla al caso. Ogni dettaglio sarà fondamentale perchè alla prima sbavatura l'armata di Fabrizio Piccareta non perdonerà. I biancocelesti si presentano al derby forti della fiducia accumulata nelle prime due partite del nuovo mini campionato. All'esordio uno splendido Valerio Crespi, autore di una altrettanto splendida tripletta, mise ko la Fiorentina, a cui non bastarono le marcature di Gori e Macchi. Due giorni fa il debutto nel proprio fortino, il Green Club, contro l'ottimo e interessante Pisa di Alessandro Piscina (Clicca qui per leggere l'analisi tattica della sfida). Il match contro i toscani, terminato 2-1 per la Lazio, ha evidenziato alcune défaillances che, considerando il potenziale dei giallorossi, potrebbero causare più di qualche problema in vista della sfida di domenica. La difesa è senza dubbio una di queste, o meglio, l'atteggiamento di quest'ultima in alcune fasi della gara. I singoli promettono bene: Bedini e Quaresima sulle fasce, Ruggeri e Del Mastro centrali, non hanno troppo da invidiare alla retroguardia di Piccareta. Come accennato, però, alcuni movimenti vanno sistemati. Non è un caso se, nel secondo tempo del match contro il Pisa, Marco Alboni sia passato a tre dietro, accantonando momentaneamente lo schieramento a quattro. I benefici si sono visti subito con i giovani biancocelesti che nella ripresa hanno sofferto molto meno le scorribande pisane. Probabilmente il terzetto verrà riproposto: forse con Dutu, entrato benissimo proprio contro il Pisa, al posto di Mancini, che invece non ha disputato una buona gara. Alboni potrà finalmente contare di nuovo su Quaresima, alle prese con una lieve contrattura che non gli ha permesso di scendere in campo domenica scorsa. A giocare un ruolo decisivo sarà anche il filtro di Marafini davanti la difesa, così come l'estro di Napolitano, chiamato a fare da raccordo tra centrocampo e attacco. A proposito di reparto avanzato, le attenzioni dei difensori romanisti saranno concentrate perlopiù su Valerio Crespi, l'ex Savio sta continuando a crescere in maniera vertiginosa, anche se contro il Pisa è incappato in una giornata non troppo positiva. Spetterà sempre al tecnico biancoceleste sopperire alle assenze di Rossi e Tallini che, usciti anzitempo nell'ultimo incontro, molto probabilmente non prenderanno parte alla spedizione di Trigoria. Staremo a vedere se Alboni si affiderà a Giubrone, classe 2005 che ha fatto molto bene contro il Pisa, da subentrato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE