Cerca

l'intervista

Lazio, il punto di Mauro Bianchessi "Obiettivi centrati tra giovanili e Femminile"

Il responsabile delle giovanili biancocelesti e del settore in rosa ha commentato il mercato in entrata ed in uscita su Lazio Style Radio

05 Agosto 2021

Mauro Bianchessi

Mauro Bianchessi ha fatto il punto sui movimenti di mercato (Foto ©GazReg)

Tempo di primi bilanci in casa Lazio per il settore giovanile e per la Lazio Women, impegnata nella massima serie dopo la splendida cavalcata in Serie B. A parlare, sulle frequenze di Lazio Style Radio è Mauro Bianchessi, responsabile sia delle giovani aquile che del mondo in rosa del club di Claudio Lotito. "Abbiamo chiuso il mercato centrando gli obiettivi prefissati, in entrata ed in uscita, sia per la prima squadra femminile che per il settore Giovanile maschile - esordisce - oggi (ieri, ndr) è iniziato il ritiro l'Under 18, nell'arco di sette giorni si riprende a lavorare al completo su tutti i campi. La Lazio Women è stato un impegno importante, ma abbiamo avuto l’intuizione di programmare in anticipo il mercato. Vogliamo mantenere la categoria, sarà difficile con tre retrocessioni su dodici squadre. Abbiamo preso sette calciatrici di livello internazionale con l'ultimo colpo a cui tenevamo molto, la Heroum, una ragazza finlandese che giocava in Inghilterra. Stiamo preparando anche la struttura per il professionismo che prenderà il via dalla prossima stagione, stiamo rivoluzionando la struttura medica con tre medici nuovi e due fisioterapisti professionisti. Abbiamo inserito il club manager che si occuperà principalmente della prima squadra femminile. Questo mese di luglio è stato molto intenso. C’è la determinazione giusta, la squadra è competitiva per raggiungere una salvezza tranquilla, gli obiettivi che volevamo per ora li abbiamo centrati. L’11 agosto disputeremo un’amichevole con il Napoli, il 21 a San Marino. Domani (oggi, ndr) ci sarà il sorteggio del calendario e saremo pronti per l'esordio in campionato del 28 agosto. C'è grande entusiasmo nell'ambiente e nella dirigenza. La Lazio da molti anni non giocava in Serie A, un piccolo rischio il primo anno ci potrebbe stare, ma la squadra è competitiva per la salvezza. Nei primi di settembre ci sarà una presentazione della squadra nel centro di Roma".

Settore giovanile

Bianchessi prosegue poi il suo focus sui giovani talenti biancocelesti "Quattro anni fa abbiamo iniziato a lavorare sui ragazzi del settore giovanile cercando di dare loro un’impronta e un indirizzo importante. Ad oggi abbiamo avuto nove convocazioni in Nazionale dall'Under 20 all’Under17, non mi era mai successa una cosa simile. Non abbiamo ancora iniziato a giocare e già ci sono nove selezionati, è un segnale del lavoro che stiamo effettuando. Non dimentichiamo che Troise è andato in ritiro con la prima squadra anche se poi è dovuto rientrare per un piccolo infortunio. Grazie al Presidente abbiamo creato una struttura e dei mezzi importanti. Per la prima volta useremo il drone in via sperimentale sull’Under17. Ringrazio Terlizzi per il lavoro dello scorso anno, che ci ha aiutato a crescere, e rivolgo un benvenuto a D’Urso alla guida dell’Under17, lo ritengo un allenatore di grande spessore. Abbiamo giocatori forti, strutture forti, mi auguro anche allenatori forti. Mi aspetto che a fine stagione arrivi qualcosa alla Lazio. I nostri obiettivi sono molto ambiziosi. Vorrei battere il record italiano di giocatori convocati nelle varie Nazionali, per ora siamo oltre la metà. Dall’Under18 all’Under15 l'obiettivo è raggiungere i play off e provare a portare a casa un titolo italiano. Abbiamo vari giocatori chiamati in Azzurro, il Presidente ci ha messo a disposizione strutture e mezzi, chiedo ai miei allenatori di portare a casa il risultato. Molti ragazzi sono saliti in Primavera anche potendo aspettare, come Troise e Ruggeri. Abbiamo preferito portare avanti ragazzi sotto età e lavorare sui 2007, l’Under 15. Abbiamo preso i migliori giocatori del territorio e pochissimi oltre regione. A marzo avevamo già terminato il mercato del Settore Giovanile maschile ed a luglio abbiamo concluso tutto. Il nostro vantaggio è la programmazione, in termini di costi e di giocatori in entrata.Tutti i tesserati, dall’Under 15 alla prima squadra, per poter disputare le partite di campionato dovranno avere il green pass. Abbiamo ottenuto il parere della Federazione e si è giunti a questa conclusione. Noi abbiamo delle procedure molto rigide negli spogliatoi ed a livello organizzativo". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni