Cerca

Focus

Roma: da Bianda a Riccardi, da Bouah a Milanese. Che fine faranno?

Il mercato per i giovani di proprietà del club giallorosso appare più che mai bloccato

17 Agosto 2021

Roma Primavera (©De Cesaris)

Una foto della Primavera giallorossa della stagione 2018/19 (©De Cesaris)

Erano pronti a spiccare il volo - anche se di tempo ne hanno comunque ancora - ed invece si ritrovano come rinchiusi in gabbia. Gli strascichi della pandemia si fanno sentire anche sul mondo del calcio e le problematiche economiche complicano la situazione per i giovani. Facciamo il punto della situazione. Nelle ultime settimane William Bianda (insieme a Coric) era pronto a rescindere il contratto con la Roma per poi cercare un’altra destinazione, ma la situazione è in stallo. Nell’estate del 2018 l’allora ds Monchi lo prelevò dal Lens per la modica cifra di 6 milioni di euro. Avrebbe dovuto far parte del pacchetto di difensori centrali della prima squadra, ma a Trigoria si resero conto ben presto di quanto il ragazzo fosse ancora acerbo. Di conseguenza la “retrocessione” in Primavera, dove però il francese non riuscì comunque a convincere. Nella scorsa stagione è stato girato in prestito allo Zulte Waregem, ma alla fine dell’esperienza belga ha fatto ritorno nella Capitale. La dirigenza giallorossa sta cercando ora di piazzarlo in qualche modo, ma sarà tutt’altro che facile, considerando anche l’alto ingaggio di 800 mila euro. Spetterà allora a Tiago Pinto rimediare ad uno dei tanti disastri di Monchi nella sua parentesi romana. Non troppo diversa la situazione di Alessio Riccardi, anche lui rimasto prigioniero del suo stesso (alto) stipendio di circa 500 mila euro. Al momento si allena a Trigoria, nella speranza di trovare presto una squadra che possa metterlo nelle condizioni di esprimere al meglio tutto il suo potenziale. La stessa situazione si palesò nella scorsa estate, con il “Piccolo Principe” che alla fine riuscì ad andare a Pescara, esperienza che si è poi rivelata tutt’altro che positiva. A Trigoria c’è anche Devid Bouah, che non guadagna come l’amico Riccardi, ma che fatica anche lui a trovare squadra. Nell’ultima stagione, a Cosenza, non è riuscito ad affermarsi, ma gli va concesso l’alibi del doppio terribile infortunio che ne ha frenato l’ascesa. Concludiamo con Tommaso Milanese, uno dei giovani maggiormente chiacchierati ad inizio estate, pronto a spiccare il volo per giocarsi le proprie chance in prima squadra. Il Torino sembrava essere forte sul giocatore, ma le richieste della Roma (4 milioni per il trasferimento a titolo definitivo) sono state ritenute evidentemente troppo alte dal patron Cairo. La Roma, comunque, non molla, cercherà di monetizzare attraverso il talento cristallino del 2002 che, crediamo fortemente, potrà far parlare di sé nel prossimo futuro. Sempre che ne abbia la possibilità. Così come la Roma cercherà di monetizzare con Ruben Providence: arrivato dal PSG due estati fa, dopo aver deluso nella prima stagione in maglia giallorossa, nel recente campionato di Primavera si è riscattato alla grande. Peccato per quell’infortunio alla caviglia che lo ha messo ko nel momento clou. Tutto fermo anche per Matteo Cardinali e Zakaria Sdaigui, tornati nella Capitale dopo le esperienza nel Matelica e nel Gubbio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE