Cerca

Focus

Michele Somma e Riccardo Ciervo: storie di talenti cresciuti a Borgo Carso

L'esordio dell'ex Roma con la maglia della Sampdoria in Serie A è soltanto uno degli ultimi ottimi risultati ottenuti dal settore giovanile biancazzurro

29 Settembre 2021

Riccardo Ciervo

Riccardo Ciervo, adesso alla Sampdoria (Foto ©D'Offizi)

Non è stata certamente la serata migliori per i colori della Sampdoria, ma sicuramente lo scorso 23 settembre Riccardo Ciervo non lo dimenticherà facilmente: è stato il giorno dell'esordio in Serie A. Il sogno da realizzare, il traguardo da raggiungere per una miriade di giovani talenti e che, con una buona percentuale, la Polisportiva Carso riesce a rendere realtà. L'esterno ex Roma, adesso in blucerchiato, è infatti soltanto uno degli ultimi frutti del lavoro della società di Borgo Carso che ha toccato con mano il calcio che va anche in diretta tv, perché di esempi ce ne sono davvero molti. Un altro è quello che risponde al nome di Michele Somma, figlio d'arte (suo padre Mario è allenatore navigato) e che il massimo campionato nazionale lo ha vissuto con le maglie di Roma ed Empoli, prima di aver fortune maggiori in Spagna con la maglia del Deportivo La Coruna. Due esempi, due calciatori, che testimoniano come la Polisportiva Carso sia una fucina di talenti. La realtà del borgo pontino è da anni ormai governata da Gennaro Del Prete, che ricorda così i due talenti. "Sin da quando erano molto piccoli si capiva che avevano delle qualità superiori rispetto agli altri. Due ragazzi che hanno sempre risposto al meglio durante gli allenamenti e che avevano quelle caratteristiche tecniche e mentali adatte per poter arrivare dove poi sono giunti, togliendosi tante soddisfazioni personali. Sono due giocatori che testimoniano come con il lavoro, l'impegno e la giusta testa si possa arrivare su palcoscenici importanti. Adesso sono cresciuti ed il loro ruolo è diverso. Prima dovevano stare attenti ai loro tecnici ed istruttori, adesso possono essere degli esempi per i più piccoli, soprattutto per i più giovani. Devono sempre ricordarsi di avere un comportamento corretto, e poi di impiegare il loro talento nel migliore dei modi".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE