Cerca

Focus

Lazio, Bigonzoni ti regala la prima perla. L'ex Savio si è sbloccato

Prima rete stagionale per Michele Bigonzoni, che alla sesta giornata contro il Milan ha messo a segno il gol del 2-0 nella vittoria dei suoi

04 Novembre 2021

Bigonzoni

Bigonzoni (Foto © Torrisi)

Lo ha aspettato, lo ha voluto e alla fine se lo è preso. Nella sfida vittoriosa contro il Milan al Green Park, Michele Bigonzoni ha firmato la prima gioia personale, realizzando il gol del 2-0 che ha chiuso virtualmente i giochi con i rossoneri. Una lampo di qualità assoluta, che lo ha fatto esultare ancor di più vista l’importanza della gara. La rete è stata di pregevole fattura, poiché dopo aver saltato due avversari, entrando in area dalla sinistra, ha battuto il portiere ospite con un destro chirurgico finito all’angolino. Il coronamento giusto ad una prestazione già importante, ma soprattutto ad un inizio di campionato di livello. Difatti l’attaccante cresciuto nella cantera del Savio aveva già fatto vedere molto nelle prime uscite, giocando bene nella vittoria sul Torino, ma soprattutto dimostrando tutto il suo valore contro la strafavorita Roma. Nel derby il numero 11 aveva letteralmente brillato, mettendo in ambasce l’intera retroguardia giallorossa, per tutti i 67 minuti in cui è stato in campo. Su di lui ha voluto esprimere un parere molto positivo Marco Iacovolta, il suo allenatore ai tempi del Savio. “Michele l’avevamo visto più volte, e la sua voglia di mettersi in gioco ci ha colpito sin da subito. Veniva dal Monterosi, un contesto regionale e di campionato diverso, ma subito abbiamo pensato potesse essere un grande investimento per il Savio. Andai a parlare con lui al lago di Vico, per fare subito il tesseramento insieme ad Alessandro Gentilucci, che è un altro ragazzo che gioca ancora con noi”. Il mister si è incentrato sulle sue doti, facendo capire il suo valore. “Io in lui ho sempre creduto, è un giocatore duttile, nell’uno contro uno è devastante, visto che può contare sia su una tecnica invidiabile che su una potenza fisica ed esplosività importanti. Nella sua crescita è stato fondamentale anche Alessandro Bolic, con il quale ha giocato sia da esterno ma anche da seconda punta come lo stiamo vedendo ora alla Lazio”. Infine Iacovolta ha voluto raccontare un aneddoto personale che lo lega a Bigonzoni. “Un ricordo bello fu quando gli comunicammo insieme al presidente che i biancocelesti lo volevano, lui quasi non ci credeva e per un po’ non è riuscito a parlare. Se lo meritava tantissimo, dopo un anno complicato, in cui ci si poteva solo allenare visto il Covid e lui è venuto tutti i giorni per migliorarsi, fino ad ottenere questo grande risultato. È un ragazzo splendido, dalla grande umiltà e quando ha segnato domenica contro il Milan siamo stati tutti molto felici qui al Savio. Gli auguro il meglio per tutta la sua carriera”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE