Cerca

primavera 2

Il big match è arrivato: Frosinone e Lazio per il primato nel gruppo B

Tempo di verdetti e spettacolo a Ferentino, con biancocelesti e gialloblu vogliosi e determinati a prendersi la leadership del girone

19 Novembre 2021

Lazio-Frosinone

Lazio-Frosinone (Foto ©Lori)

Sognare in grande, cercare di fare il colpo per non fermarsi ma ribaltare le aspettative; consolidarsi, dimostrare la propria forza e dare seguito al pronostico di favorita. Questi sono i due imperativi per Frosinone e Lazio, che nella giornata di domani si daranno battaglia a Ferentino per la vetta del girone b. Sarà una partita spettacolare, importantissima, un crocevia per le ambizioni di promozione di entrambe le squadre. I biancocelesti arrivano con la palma dei più forti del gruppo, consapevoli però di non poter sbagliare dopo il pareggio casalingo con lo Spezia ma soprattutto obbligati a tornare dove meriterebbero di stare per blasone e importanza della rosa, in Primavera 1. Dall’altra parte troveranno undici gialloblu affamati, vogliosi di continuare a vincere e stupire. La truppa di Gorgone è una compagine meravigliosa da veder giocare a calcio, e dopo la sconfitta alla seconda giornata con il Pisa non si è più fermata, inanellando un filotto di vittorie importanti. Nonostante il brusco incidente burocratico che ha portato alla sconfitta a tavolino con il Benevento, i ciociari sono a meno quattro con una gara ancora da disputare, e la concreta possibilità, in caso di vittoria, di sorpassare i capitolini quando avranno il loro turno di riposo. Per farlo però domani è necessario vincere, e Gorgone lo sa meglio di tutti. Molto probabilmente il ruolo di trascinatori dovrà essere ricoperto dai due bomber Jirillo e Stampete, coppia d’attacco offensiva micidiale per chiunque in questo inizio di campionato. Mister Calori invece è chiamato ancora una volta a fronteggiare la situazione infortuni, ma le alternative di certo non mancano. Sebbene le condizioni di Marinacci e Castigliani non siano ottimali, le aquile probabilmente scenderanno in campo con un 4-2-3-1 già ben rodato, che vede come suo perno Marco Bertini, insieme a Shehu e Mancino pronti a innescare Valerio Crespi là davanti. Se Tare dovesse farcela dal primo minuto invece, potremmo rivedere l’assetto a due punte così tanto produttivo e funzionale nell’altra sfida decisiva con il Cesena. E allora gli ingredienti per una grande partita ci sono tutti, giù il sipario perché siamo pronti a goderci lo spettacolo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni