Cerca

L'intervista

Enzo Di Palma: "Partiti in ritardo, ma il Latina sta mostrando il proprio valore"

Pensiero e sensazioni del responsabile del settore giovanile nerazzurro

25 Novembre 2021

Di Palma

Enzo Di Palma

Un settore giovanile allestito quasi in fretta e furia per partecipare ai campionati Nazionali dopo l'ufficialità dell'approdo in Lega Pro da parte della prima squadra. In casa Latina l'anno zero non è stato assolutamente facile, almeno nella sua parte iniziale. Con lavoro, dedizione e passione, però, il club nerazzurro sta ottenendo i primi dolci frutti. Insieme a Enzo Di Palma, responsabile del settore giovanile, si è tratto un primo punto dopo circa due mesi di attività. Il dirigente ha così esordito: "Siamo effettivamente partiti in ritardo perché fino ad agosto non sapevamo la categoria da affrontare, per cui poi ci sono state alcune difficoltà nell'allestimento delle rose. Per quanto riguarda la Primavera 4 eravamo avvantaggiati rispetto alle under avendo  formato già l'anno scorso un'ottima Juniores Nazionale, per cui l'organico è stato puntellato con innesti mirati e funzionali che per il momento ci stanno dando ragione. Oltretutto c'è uno staff davvero di grande livello, guidato da mister Carlo Cotroneo, allenatore importante con esperienza anche di prima squadra. Sono contento non solo per il vertice della classifica, ma anche e soprattutto perché la squadra è completa, non a caso sono stati già impiegati ben 24 calciatori. Sinceramente non ci aspettavamo di essere primi in classifica, ma ora che siamo lì vogliamo restarci e faremo di tutto per arrivare ai playoff". Di Palma ha poi proseguito il discorso con Under 17 e Under 15, dove per l'appunto il Latina è stato chiamato a correggere il tiro in corsa: "Per i motivi a cui ho fatto riferimento in precedenza, qui ci sono state più difficoltà. Essendoci mossi in ritardo, per i 2007 abbiamo pescato soprattutto al di fuori della regione Lazio ed in particolare da Napoli, ma avevamo chiaramente bisogno delle deroghe che sono arrivate da poco. Nelle prime partite eravamo praticamente contati, adesso finalmente l'organico è al completo. L'immeritata sconfitta con la Turris è stato il primo segnale, poi la vittoria contro il Pescara, squadra importante del girone, ha confermato i progressi compiuti. Discorso simile per i 2005 che ha già visto alcuni ragazzi essere convocati dalla Rappresentativa di Lega Pro. Qui, in più, c'è un collaboratore di assoluta qualità come Ruben Olivera che è chiaramente un valore aggiunto notevole". Il responsabile del settore giovanile nerazzurro ha infine concluso: "Questo è un po' l'anno zero per una società nuova che non aveva mai fatto la Lega Pro. Stiamo crescendo tutti insieme, dalla dirigenza ai giocatori passando per allenatori e collaboratori che tengo a ringraziare in maniera particolare per l'impegno profuso. Sono contento di avere a che fare con figure come Ferullo e Battista, ad esempio. Insomma, stiamo gettando delle ottime basi sulle quali continuare a costruire già dal prossimo anno".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE