Cerca

Coppa Italia

Troppa Juve per la Lazio di Calori, Cerri elimina le aquile

Esce sconfitta dalla trasferta di Torino la compagine biancoceleste, che abbandona la competizione sul difficle campo bianconero

01 Dicembre 2021

Lazio

Lazio, sconfitta ed eliminazione dalla Coppa (Foto ©De Cesaris)

JUVENTUS - LAZIO 1-0

JUVENTUS Scaglia, Savona (27’st Dellavale), Citi, Nzouango, Turicchia, Maressa, Omic, Bonetti (11’st Doratiotto), Rouhi (37’st Iling), Chibozo (27’st Mbangula), Cerri (11’st Galante) PANCHINA Ratti, Vinarcik, Turco, Solberg, Ledonne, Sekularac, Strijdonck ALLENATORE Bonatti

LAZIO Furlanetto, Migliorati, Adeagbo, Ruggeri, Marinacci (42’st Pollini), Troise, Bertini, De Santis (25’st Shehu), Adjaoudi (25’st Crespi), Castigliani (42’st Tare), Romero PANCHINA Di Fusco, Kane, Santovito, Campagna, Schuan, Riosa ALLENATORE Calori

MARCATORI Cerri 16’ pt

ARBITRO Pascarella di Nocera Inferiore ASSISTENTI Zanellati di Seregno e Piatti di Como

NOTE Ammoniti Bertini, Adeagbo Rec 4’st

Si ferma qui il cammino in Coppa della Lazio di Alessandro Calori, che a Torino sbatte su una Juventus superiore. I biancocelesti disputano un buon match, ma subiscono il ko di misura. I primi a farsi vedere sono proprio i capitolini al quarto d’ora, Adjaoudi ci prova con un tiro a giro da fuori, Scaglia è bravo a respingere e poi a vanificare la ribattuta di Castigliani. Un giro di lancette più tardi i bianconeri sbloccano il risultato, sulla botta di Chibozo Fulranetto è attento, ma non può nulla sul secondo tentativo di Cerri, che gonfia la rete e fa 1-0. Al 18’ le aquile avrebbero la chance per pareggiare, Romero dopo aver rubato il pallone a Scaglia però colpisce il palo di sinistro da ottima posizione. Dieci minuti più avanti Chibozo rimette in equilibrio il conto dei legni, stampando la traversa dopo un errore di Ruggeri; la palla rimane in gioco ma né Omic né Cerri riescono a raddoppiare. Dopo un periodo di stallo, il bomber juventino cerca ancora la doppietta, ma Furlanetto si fa trovare pronto sul suo calcio di punizione. La ripresa vede ancora i ragazzi di Bonatti all’attacco, che ci provano prima con Chibozo, il cui tiro finisce a lato, poi invece è ancora Furlanetto a salvare la Lazio su una conclusione potente di Turicchia da dentro l’area. I biancocelesti si fanno vedere con Bertini al 10’, il capitano prova a suonare la sveglia con un destro che però termina alto. Chibozo continua ad essere molto pericoloso, e dopo aver saltato mezza difesa laziale sbatte su Furlanetto. Al 20’ invece Rouhi compie una grande azione personale, non superando per due volte da posizione ravvicinata il portiere ospite. Le aquile confezionano le loro due ultime palle gol ancora con Romero, che prima con un tiro a giro per poco non trova lo specchio, poi al 30’ sfiora il palo in diagonale. Da lì la Juve gestisce, andando vicino in tre occasioni al secondo timbro. A dieci dal termine il subentrato Mbangula colpisce il palo da dentro l’area, negandosi così la gioia personale. Nel finale Furlanetto si deve superare due volte, prima sulla punizione di Omic, poi sul tiro di Maressa. Dopo quattro minuti di recupero Pascarella può fischiare la fine, consegnando la vittoria alla Juventus, che vale i quarti di finale.

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE

Dalle altre sezioni