Cerca

Speciale derby

Aspettando il derby. Le possibili sorprese: Paolocci e Ceccarelli in casa Lazio

Spesso i match più importanti vengono decisi da uomini inaspettati, magari non sempre sotto i riflettori ma comunque essenziali per la loro squadra

02 Dicembre 2021

Alessandro Ceccarelli

Ceccarelli (Foto © De Cesaris)

Si sa, spesso le partite più decisive vengono risolte dagli uomini sorpresa, quelli che non ti aspetti, magari che lavorano maggiormente sotto traccia in silenzio, per poi venir fuori quando conta davvero. Saper gestire il proprio ruolo, regalandosi una notte magica nell’occasione più importante. Domenica difatti al Green Club la Lazio di Marco Alboni ospiterà la Roma, in quel che è il match della stagione. I riflettori saranno puntati in particolar modo sulle aquile, vista la loro superiorità in questo inizio di stagione, dovuta ad un attacco formidabile. Gelli, Serra e Sessa per ora sono completamente on fire, con prestazioni notevoli e gol di fattura. In un partita così complessa e delicata però è necessario che tutta la squadra funzioni al completo, passando da quegli elementi più in ombra ma essenziali. Uno di questi non può che essere Gabriele Paolocci. Il centrocampista è un fedelissimo di Alboni, sempre partito dal primo minuto e difficilmente il mister delle aquile rinuncia a lui. Con capitan Silvestri davanti alla difesa formano una diga impressionante, in grado di gestire l’intero andamento della gara. La sua capacità d’inserimento, condite dalla bravura nel recuperare i palloni e nell’orchestrare al meglio le trame dei biancocelesti, lo rende imprescindibile nello scacchiere tattico capitolino. Nell’ultima sfida interna con la Reggina il numero 8 ha trovato la sua prima gioia personale, magari volendo bissare proprio quando ci sarà la stracittadina. Lo stesso discorso vale anche per l’esterno Alessandro Ceccarelli. L’attaccante è stato uno dei più positivi in casa Lazio, procurandosi alla prima giornata un rigore importante nel successo poi con il Crotone, e realizzando successivamente in campionato quattro gol. Salernitana, Cosenza, Reggina, Lecce: queste le vittime mietute dall’ala delle aquile, che a livello di continuità sta procedendo senza intoppi, dimostrandosi una pedina vitale. Il suo rendimento, insieme a quello della prima alternativa Cuzzarella, mette ancora più in mostra un reparto offensivo dirompente, e chissà che non sia proprio lui a decidere la sfida più attesa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE