Cerca

Dopo Gara

Lazio, Alboni sul derby: "Ci voleva coraggio, lo abbiamo messo tutti in campo"

Successo fondamentale per i biancocelesti, che mantengono il primato nel girone e tengono la Roma a distanza di sicurezza con il rigore di Gelli

06 Dicembre 2021

Marco Alboni

Alboni, festeggia dopo il derby (Foto ©De Cesaris)

Derby vinto, vetta difesa e mantenuta, gerarchie ristabilite nella giusta maniera. Non ci potrebbe essere risveglio più dolce per l’allenatore della Lazio Marco Alboni, dopo la vittoria dei suoi ragazzi sulla Roma di ieri. Una partita tesa, combattuta, non bellissima, che come succede nella grande maggioranza delle stracittadine, viene decisa dagli episodi. Ed infatti proprio così è stato. Il penalty realizzato da Valerio Gelli ha aperto i cancelli del paradiso alle aquile, che hanno consolidato il primato, rimettendo i cugini a distanza di sicurezza. Una prestazione perfetta dal punto di vista della tenuta mentale e del carattere, come ha sottolineato lo stesso tecnico. “Siamo ovviamente molto soddisfatti per la vittoria nel derby. Questo risultato è figlio del coraggio che abbiamo dimostrato per tutti i novanta minuti. Ringrazio in primis il mio staff, con il quale abbiamo lavorato perfettamente in settimana su ogni situazione possibile. L’aggettivo più importante era quello di essere coraggiosi, e lo siamo stati. Dovevamo andarli a prenderli alti fino al portiere, ed il gol nasce proprio da una nostra pressione sui loro difensori. L’obiettivo era non farli giocare dal basso, e dalla palla conquistata Serra si è preso il rigore poi trasformato da Gelli. I miei complimenti vanno a tutti i ragazzi, anche ai subentrati Stano, Cesari e Losi che hanno dato tutto”. Alboni inoltre si è voluto concentrare sulla settimana non semplicissima in casa Lazio, ringraziando l’intera organizzazione, e mostrando infine una giusta sportività. “Senza ombra di dubbio è un successo che riguarda tutti, i ragazzi che sono stati perfetti, lo staff, e anche il nostro direttore. Lui ci sta sempre appresso, crede molto in tutti noi, sentiamo particolarmente la fiducia della società e questo non può che farci rendere al massimo. Sapevamo di dover dare tutto, è stato un trionfo all’insegna del sacrificio. In settimana Sessa si è fatto male, Cuzzarella ha giocato con tre punti di sutura, ma voleva esserci a tutti i costi. Poi sia Renzetti qualche giorno fa che Ierardi sabato hanno dato forfait, ed in porta siamo scesi con Caruso, che è stato superlativo. Sono tre punti fondamentali,  fanno bene a tutto l’ambiente però da domani bisognerà pensare al proseguo del campionato. Infine voglio fare i più sinceri complimenti ai nostri avversari, che ci hanno tenuto testa per tutto il match, mostrando grande lealtà e correttezza”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE