Cerca

Focus

Lazio, c'è l'impronta della Nuova Tor Tre Teste. Primo sigillo per Zazza e Volpe

Vittorie importanti per i biancocelesti di D'Urso e Alboni, che si godono i gol dei due talenti provenienti dal club di via Candiani

14 Dicembre 2021

Matteo Zazza

Matteo Zazza (Foto © Torrisi)

Un successo fondamentale quello della Lazio di Salvatore D’Urso nell’ultima sfida di campionato contro il Napoli. Le aquile erano chiamate a rialzare la testa dopo il pareggio di Crotone, che era costato la vetta della classifica a favore dei rivali della Roma. Di fronte c’era uno degli avversari più tosti del girone, il Napoli di Liguori. I partenopei stanno conducendo una grande stagione, e si presentavano alla contesa con sole due lunghezze di distanza dai capitolini. Alla fine però a spuntarla sono stati i padroni di casa, grazie alle firme di Matteo Zazza e Diego Brasili. Proprio l’1-0 siglato dal difensore ha sbloccato i biancocelesti nella gara, con il classe 2005 che si è regalato la prima gioia con la maglia biancoceleste. Il prodotto della cantera della Nuova Tor Tre Teste difatti da qualche stagione è uno dei profili più interessanti della regione, tant’è che già l’anno scorso ha potuto assaporare la magia dei nazionali con la maglia dell’Ascoli. Vista la crescita importante e il potenziale da sfruttare, Mauro Bianchessi non ci ha pensato due volte, portandolo al Green Club  per averlo nella Lazio. Un rinforzo decisivo, che insieme al centrale nel giro della nazionale Petta, sta facendo vedere tutte le sua qualità, rendendo la retroguardia biancoceleste quasi invalicabile, con appena sei gol subiti in undici partite. Lo stacco di testa contro il Napoli ha certificato il suo percorso di maturazione, con la speranza di continuare su questi livelli, magari tornando a gonfiare le reti avversarie. Il club di via Candiani comunque rimane un punto di riferimento per il calcio giovanile di questa regione, sfornando anno dopo anno squadre forti e giocatori importanti. Nell’ultimo weekend ha timbrato il cartellino per la prima volta anche Marco Volpe, terzino destro degli allievi di Marco Alboni. Dopo una prima uscita non così positiva contro il Crotone, la giovane aquila ha continuano a lavorare, migliorare e crescere sotto l’occhio attento e vigile del suo allenatore, che gli ha sempre dato fiducia. Volpe ha saputo ricambiare con ottime prestazioni, come quella di settimana scorsa nel derby, arrivando a segnare la sua prima rete. Nel tris esterno rifilato al Benevento, il contributo del numero 2 è stato fondamentale, sbloccando una gara cruciale per la difesa del primato. Un passo in avanti importante, il quale testimonia l’importanza del giocatore nel progetto di una Lazio che ora sogna lo scudetto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE