Cerca

primavera 2

VIDEO! Lazio, il tuo bomber è qui. Valerio Crespi è definitivamente tornato

Dopo un momento di difficoltà, l'attaccante biancoceleste sembra essere nuovamente quello di sempre, con una voglia incontenibile di far gol

14 Dicembre 2021

Valerio Crespi

Valerio Crespi (Foto © Benedetti)

Il suo mestiere è stato sempre quello: disintegrare le difese a suon di gol, ma caterve di gol. Il Valerio Crespi visto nascere, calcisticamente, e crescere al Savio è stato uno degli attaccanti più dominanti degli ultimi anni nella regione; un predatore d’area, in grado di scollinare quota trenta gol nella stagione 2018/2019 con il club di via Norma. Si attendeva solamente la chiamata dai nazionali, e prontamente questa è arrivata. Il responsabile del settore giovanile della Lazio Mauro Bianchessi non se lo è fatto sfuggire, portandolo in biancoceleste insieme al centrale difensivo, anch’esso di grande livello, Fabio Ruggeri. Le aquile hanno così visto formarsi una coppia offensiva devastante, con il talento blues affiancato da Riccardo Legnante, cresciuto nell’Urbetevere. In poco tempo però Crespi si è conquistato la fiducia dell’intero ambiente capitolino, il quale ha deciso di mandarlo già in Primavera quest’anno alla corte di mister Calori. Il suo inizio era stato perfetto, con la rete alla seconda di campionato al Crotone, ma soprattutto la doppietta contro la Reggina nel primo turno di Coppa Italia. Un avvio a vele spiegate, che sembrava preludere alla solita, classica, stagione dirompente. Invece nel cammino c’è stata qualche difficoltà. Dopo il ko di Salerno, Calori ha dato fiducia ad Etienne Tare, una scelta ripagata dai quattro gol consecutivi del classe 2003. Un momento di appannamento invece per Crespi, che ha sofferto il passaggio al 4-3-1-2, causa infortuni, vedendosi un po’ più lontano dalla porta. Nonostante ciò l’attaccante ha messo timbri importanti, come ad Ascoli ma soprattutto con le due reti nei sedicesimi di Coppa Italia a Lecce, dove si è ricominciato a intravedere quel rapace incontenibile dentro l’area di rigore. I diversi gol mancati poi con il Cesena sono diventanti un lontano ricordo, perché adesso Valerio è tornato a premere come lui sa fare. Nella trasferta di Cosenza ha sbloccato la gara, poi vinta in Calabria, replicandosi sabato scorso in casa con il Pisa.

I toscani sono stati fatti a brandelli dall’ex Savio, che ha trovato il vantaggio grazie ad uno splendido mancino ad incrociare, bissando nella ripresa con il gol di carambola sul cross di De Santis. Più in generale le sue prestazioni sono di nuovo quelle a cui ha abituato tutti quanti, ritrovando quel feeling speciale con la porta. Mietere vittime a suon di marcature è sempre stata la sua specialità, e di certo la Lazio non potrà prescindere dal bomber nella corsa alla promozione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE