Cerca

Focus

Roma tra ex e prestiti: il 2021 di Milanese, Buttaro, Astrologo

Ecco com'è andato il primo approccio con i grandi per i tre classe 2002

30 Dicembre 2021

Roma

Milanese, Astrologo e Buttaro (Foto ©GazReg)

Tommaso Milanese: quanta qualità per l'Alessandria

Tommaso Milanese è stato senza alcun dubbio il 2002 che ha fatto meglio nella scorsa stagione. All'esordio concesso da Paulo Fonseca e nei successivi impegni ha dimostrato di essere pronto per una prima squadra, non necessariamente quella della Roma. Lo ha dimostrato sul campo con i grandi, non facendo per niente percepire la differenza di età e di esperienza con compagni e avversari. Lo ha dimostrato in Primavera facendo capire si trattasse di un giocatore assolutamente fuori categoria. Non è bastato per avere continuità in prima squadra e nemmeno per avere una chance con Josè Mourinho che si sta comunque rivelando una figura attentissima nei confronti dei giovani. Insomma, un po' di rammarico Tommaso lo avrà percepito, se non altro perché durante il ritiro estivo tanti altri ragazzi della Primavera hanno avuto l'occasione di mettersi in mostra. Lui però era sul mercato in attesa di una sistemazione che potesse permettergli di esprimere tutte le sue qualità, che sono tante e di altissimo livello. Ha atteso, con calma, con quell'atteggiamento da ragazzo giudizioso che lo ha sempre contraddistinto. Il 25 agosto la svolta con la formalizzazione del prestito all'Alessandria, in Serie B. Il rammarico e magari anche un pizzico di dispiacere si sono trasformati in un mare di voglia di dimostrare. Dimostrare di essere pronto, di valere. Allora Milanese si è rimboccato le maniche, approcciando nel migliore dei modi alla prima vera esperienza nel calcio dei grandi. In Piemonte si è messo a piena disposizione di Moreno Longo che ne ha intravisto subito le giuste caratteristiche per inserirlo nel quartetto di centrocampo. Parliamo di un calciatore talmente tanto duttile ed intelligente che da trequartista ha saputo riadattarsi sulla linea mediana (sempre alla prima esperienza nel calcio dei grandi, tanto per sottolineare). A fine settembre il tecnico dell'Alessandria disse che Milanese avrebbe avuto una funzione importante per le sue caratteristiche. Il risultato? In 18 gare 15 presenze per un totale di oltre mille minuti. La speranza è che nella prossima estate Milanese avrà le sue chance e, se proprio non dovessero essere giallorosse, allora ci si guarderà intorno per trovare il giusto contesto in base al calibro del giocatore. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE