Cerca

Focus

Viterbese: alla scoperta di Alessio Troise, la diga di mister Manni

Difensore centrale naturale, in emergenza è stato schierato anche da terzino, e le risposte sono sempre state soddisfacenti

12 Gennaio 2022

Alessio Troise

Alessio Troise (Foto ©Viterbese)

Sei vittorie, due pareggi ed una sconfitta è quanto raccolto dalla Viterbese di Alessandro Manni nelle prime nove giornate di campionato. Un ruolino di marcia sicuramente importante che però, almeno fino a questo momento, non è bastato per conquistare il primato nel girone. A comandare la classifica è infatti il Pontedera, attualmente a quota 25 punti e con cinque lunghezze in più rispetto alla formazione gialloblù. In un reparto, quello difensivo, che ha vissuto più di qualche difficoltà dal punto di vista degli indisponibili, Alessio Troise si è riuscito a ritagliare uno spazio importante. Approdato alla corte del tecnico Manni da difensore centrale, in questa prima parte di stagione è stato impiegato anche e soprattutto da terzino. Fisico longilineo e non troppo strutturato, deve sicuramente lavorare da questo punto di vista aumentando la massa muscolare negli arti superiori e in quelli inferiori. Nonostante ciò, la spiccata intelligenza nella letture delle varie situazioni di gioco ha permesso a Troise di emergere, accumulando così esperienza ed un buonissimo minutaggio. Sempre molto attento e concentrato, in campo non è altro che lo specchio del ragazzo fuori dal rettangolo verde. Posato e con la testa sulle spalle, con grandissima abnegazione ha saputo migliorare settimana dopo settimana in quegli aspetti in cui mostrava qualche lacuna. I margini di miglioramento sono ancora e sicuramente molto ampi, ma nel frattempo Troise si è rivelato un jolly difensivo importante per l'allenatore gialloblù. Arrivato in punta di piedi, con quell'attitudine da ragazzo timido e introverso, ha acquisito presto la giusta dose di personalità per disputare un campionato sempre ostico come quello di Under 17 Serie C. Quando l'area scouting lo ha notato nell'Under 16 dell'Asd Di Roberto guidata da mister Raffaele Buono, la dirigenza gialloblù ha deciso di puntare su quella che però a quei tempi era "solo" una scommessa. Una scommessa che si è rivelata ben presto azzeccata. Intanto Troise continua a lavorare con serietà e disciplina che da sempre lo contraddistinguono, consapevole che la strada è ancora lunga. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE