Cerca

Focus

Viterbese: alla scoperta di Michele D'Amore, il jolly offensivo gialloblù

Di ruolo trequartista, in questa prima parte di stagione Manni lo ha schierato anche da attaccante centrale e esterno

14 Gennaio 2022

D'Amore

D'Amore (Foto ©Viterbese)

Nell'ottimo percorso compiuto sin qui dalla Viterbese di Alessandro Manni, Michele D'Amore è stato uno dei calciatori che più si sono messi in luce offrendo prestazioni importanti, assist e gol. Nasce trequartista, ma grazie ad una spiccata duttilità tattica il gioiellino gialloblù classe 2005 è stato impiegato anche da riferimento centrale del reparto avanzato o da esterno offensivo, rivelandosi di fatto un jolly importantissimo nell'economia della squadra. Aggregato all'Under 17 già nella scorsa annata, D'Amore non ha fatto altro che proseguire nel personale percorso di crescita continuando a rispondere sempre nella maniera giusta. É stato uno dei punti di partenza dal quale la società ha costruito la formazione da consegnare al tecnico gialloblù ma, nonostante ciò, i gradi di leader tecnico e carismatico D'Amore se li è dovuti conquistare sul terreno di gioco, sia durante le partite del weekend che nel corso delle sedute di allenamento settimanali. Dal punto di vista fisico parliamo del classico calciatore dal baricentro basso, non certamente altissimo ma con una grande forza negli arti inferiori che gli consente di risultare rapido ed esplosivo. Ha nelle corde la giocata che cambia la partita, come accaduto in un paio di gare della prima parte di campionato. Non fa mai mancare il proprio apporto alla causa, calandosi alla perfezione anche nelle partite sporche in cui la tecnica individuale non basta. Quelle partite in cui servono anche agonismo, forza e muscoli. Quelle partite in cui c'è da combattere, magari al cospetto di avversari maggiormente piazzati sul piano della stazza. Michele D'Amore non si tira certamente indietro, mai. Questo è un altro dei motivi per cui è ben voluto da allenatore, spogliatoio e società. Il jolly offensivo di mister Manni ha tutte le qualità per diventare un profilo davvero importante, ammesso che non abbassi mai l'asticella della concentrazione. Qualora dovesse riuscire a mantenere questa continuità nelle prestazioni offerte, D'Amore potrebbe togliersi più di qualche soddisfazione nel mondo del calcio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE