Cerca

Focus

Lazio, uno sguardo al futuro. Il 2022 sarà l'anno di Matteo Marafini?

Centrocampista di qualità, metronomo centrale nello scacchiere di Tommaso Rocchi, che dopo un momento no sembra avergli ridato le chiavi della mediana

18 Gennaio 2022

Marafini, maglia numero 8

Marafini, maglia numero 8 (Foto © Torrisi)

Dopo aver affrontato momenti di difficoltà importanti, dovuti sia a questioni tecnico-tattiche, ma soprattutto mentali e psicologiche, la Lazio di Tommaso Rocchi sembra aver trovato un minimo di serenità. Difatti i biancocelesti hanno chiuso l’anno in positivo, portandosi a casa una sfida importante con l’Inter, seconda in classifica e nettamente favorita alla vigilia, grazie ad un pirotecnico 4-3. La scelta che ha pagato maggiori dividendi è stata quella di infoltire nuovamente il centrocampo, riportando davanti alla difesa tre uomini, per evitare di subire troppo in difesa e limitare il palleggio avversario. L’esperimento è andato in porto, mettendo sotto i riflettori in particolar modo Matteo Marafini. L’aquila  ha ben figurato contro i nerazzurri, confermando una stagione, che quando lo ha visto protagonista, ha sempre avuto risvolti positivi. Dopo aver iniziato il campionato da titolare fisso, il centrocampista biancoceleste ha perso punti nelle gerarchie, visto anche il reintegro in rosa di Mancini ed il contemporaneo passaggio al 4-2-3-1 che ha diminuito i posti in mediana. Partire nei primi undici era sempre più un miraggio, con la realtà che imponeva invece solo spezzoni nel secondo tempo. Dopo la panchina totale di Parma e la non convocazione ad Empoli però le cose sono cambiate totalmente. Difatti Rocchi ha ricominciato a puntare su Marafini nelle sfide con Sassuolo e Sampdoria, dove nonostante la squadra non sia clamorosamente riuscita a vincere nessuna delle due gare, il mediano dei capitolini ha certamente risposto presente, facendo vedere cose importanti, ma soprattutto ridando linfa vitale ad un gioco e un palleggio che sembravano svaniti. Successivamente la prestazione capolavoro con l’Inter ha solo confermato quanto visto in precedenza, rimettendo al centro la qualità del giocatore biancoceleste. Il suo obiettivo per adesso sarà quello di alzare maggiormente l’asticella del rendimento, nella speranza di dominare in questo nuovo anno e diventare uno dei leader tecnici della squadra.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Gazzetta Regionale

Caratteri rimanenti: 400

EDICOLA DIGITALE